Home CRONACA Minorenne-criminale incubo degli anziani ad Alcamo, i carabinieri lo arrestano

Minorenne-criminale incubo degli anziani ad Alcamo, i carabinieri lo arrestano

165
0

Si appostava nei vicoli e negli angoli più interni del centro storico in attesa della “preda”. Le sue vittime preferite erano gli anziani: e quando ne individuava una non esitava un solo attimo ad entrare in azione, aiutato anche dalla sua agilità. Da qualche tempo era diventato un vero incubo per i vecchietti che abitavano nel cuore del centro storico, specie nelle stradine dove a stento c’è lo spazio per poter transitare una sola auto.

I carabinieri della locale stazione, guidati dal Luogotenente Salvatore Lo Faro, hanno messo fine a questa angoscia e paura tra gli anziani. Hanno scoperto l’autore di questi raid criminale: è un alcamese di appena 16 anni, spalleggiato da un complice di 15 anni anche lui alcamese che però è stato solo denunciato, arrestato dopo un’articolata indagine fatta di ricostruzioni minuziose da parte degli inquirenti che sono riusciti a ricostruire il quadro probatorio.

Inizialmente il 16enne è stato denunciato ma a seguito di una serie di riscontri è stato raggiunto all’alba di oggi da un provvedimento dell’autorità giudiziaria minorile che ha disposto la custodia cautelare e il ricovero in una comunità. Al minorenne sarebbero stati addebitati almeno tre scippi ad altrettanti anziani. L’ultimo, agli inizi dello scorso mese di giugno, gli è stato fatale.

In questo caso ha avvicinato la sua vittima sorprendendolo alle spalle e strappandogli dalle mani la borsa con violenza, al punto che l’anziano è caduto rovinosamente a terra riportando anche lesioni. I carabinieri hanno subito avviato le indagini e hanno incastrato il ragazzino grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nelle attività commerciali della zona in cui è avvenuto lo scippo.

In particolare il 16enne viene riconosciuto poche ore dopo lo scippo mentre si aggirava tra i vicoli del centro storico con lo stesso identico vestito utilizzato durante il suo raid criminale. Il minorenne, una volta scoperto, ha deciso di collaborare con i militari dell’Arma indicando anche il luogo in cui aveva gettato il portafogli scippato all’anziano poco prima.

Le indagini sono andate ancora avanti e i carabinieri hanno ricostruito almeno altri due scippi a donne anziane fatte dallo stesso 16enne alcamese. Da qui la decisione dell’autorità giudiziaria di inasprire la misura cautelare nei confronti del ragazzo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui