Carini, mafia: confisca ad un imprenditore edile da un milione di euro (VIDEO)

Diventano definitivamente dello Stato i beni sottratti ad un presunto esponente della famiglia mafiosa di Carini. Si tratta di Giacomo Lo Duca (nella foto), 64 anni, imprenditore, condannato a 9 anni di reclusione perché ritenuto responsabile di concorso in associazione mafiosa nonché di tentata estorsione aggravata e continuata.

Ad emettere il provvedimento nei suoi confronti la Direzione Investigativa Antimafia di Palermo che ha eseguito un provvedimento di confisca. Lo Dica finì nella rete della giustizia nel 2011 quando venne raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere relativamente all’operazione antimafia “Codice Rosso”.

Le indagini economico-patrimoniali svolte dalla Dia di Palermo, effettuate d’intesa con il “Gruppo Misure di Prevenzione” della locale Procura Distrettuale Antimafia, avevano permesso di accertare una sproporzione esistente tra il valore delle disponibilità ed i redditi dichiarati dallo stesso Lo Duca, a conferma della sua pericolosità sociale.

Nei suoi confronti ci fu un primo sequestro eseguito nel dicembre 2015 ed integrato nel marzo 2017. Sono stati sottoposti a confisca vari immobili (fabbricati, ville e terreni), un complesso aziendale riferito ad un’impresa edile, conti correnti e autovetture per un valore complessivo stimato in oltre un milione di euro.

GUARDA IL VIDEO DELLA DIA

 



© 2014-2018 PartinicoLive.it

Testata giornalistica online iscritta al Registro del Tribunale di Palermo | Iscrizione n° 11/2018 del 24/05/2018

Direttore responsabile: Michele Giuliano | Editore: File News Srls - P. IVA 06657080823 - R.O.C. 31888