Home CURIOSITA' San Cipirello, sexy car wash in strada: si grida allo scandalo, assessore...

    San Cipirello, sexy car wash in strada: si grida allo scandalo, assessore nel mirino

    593
    0
    CONDIVIDI

    Natiche al vento, strusciamenti espliciti a sfondo sessuale. Impazza la bufera a San Cipirello dopo la manifestazione organizzata in piazza Liborio Mannino, davanti il centro commerciale, dove è stato organizzato domenica mattina scorsa il “Tuning show valle Jato”. Ad organizzarlo un gruppo di appassionati delle auto modificate con incredibili impianti di amplificazione ma con tanto di marchio del Comune che ha dato quindi il suo patrocinio.

    Un evento che si è consumato anche sotto gli occhi di tanti ragazzini che hanno visto questo spettacolo che viene considerato “troppo spinto” dai tanti che hanno assistito. Immediate le reazioni dal mondo politico e adesso si chiede la “testa” dell’assessore alle Politiche giovanili, Sport e Spettacolo Vincenzo Randazzo:

    “Ritengo che quanto è accaduto sia vergognoso ed irrispettoso nei confronti dei sancipirellesi – attacca la consigliera comunale Marianovella Termini -. Ben accette sempre le iniziative culturali e sportive ma non dal tenore altamente volgare e alla presenza di minori”.

    Sulla richiesta di dimissioni il primo cittadino, Vincenzo Geluso, non si pronuncia ma chiede pubblicamente scusa: “Purtroppo da due giorni si parla di una manifestazione che ha portato tante discussioni – sostiene -. Chiedo scusa a tutti per quello che è successo, non pensavamo che si sarebbe esagerato in questa maniera. Era andato tutto bene nelle manifestazioni precedenti. Che dirvi, anche se non eravamo presenti abbiamo le nostre colpe, mi dispiace immensamente e chiedo scusa nuovamente”.

    Intanto interviene via social tale Cristina Dragotta che, da come si presenta, pare sia stata a capo dell’organizzazione della manifestazione: “A tutti volevo dire soltanto due cose – scrive -: il sindaco Vincenzo Geluso e l’assessore Vincenzo Randazzo non erano a conoscenza di questo spettacolo in quanto io ho organizzato l’evento. Non pensavo mai avrebbe suscitato tanto scandalo in quanto è molto noto in tutta Italia il sexy car wash”.