Balestrate, ok potabilità acqua non convince: segnalazione del Movimento 5 Stelle ai carabinieri

Non convince l’ok alla potabilità dell’acqua dichiarato dall’Asp di Palermo e il conseguente via libera del sindaco Vito Rizzo all’autorizzazione per uso alimentare. Il Movimento 5 Stelle di Balestrate proprio per questo ha inviato una segnalazione al comando dei carabinieri, oltre che all’amministrazione al consiglio comunale balestratese. Nella missiva i grillini sostengono che dalla certificazione dell’Asp di potabilità dell’acqua non si evincono il rispetto di conformità dei campioni prelevati di acqua, i punti di prelievo, la frequenza dei controlli ed altri dati ancora:

“Si chiede – scrivono i rappresentanti del M5S – di provvedere al recupero di tutta la documentazione attestante i controlli e gli esiti dei vari campionamenti effettuati”. Parte poi l’attacco al governo cittadino: “Nella seduta consiliare convocata appositamente nel giugno scorso – scrivono nella segnalazione – il consiglio comunale all’unanimità ha impegnato il sindaco a predisporre ulteriori analisi, da sostenere con fondi del bilancio comunale, presso laboratori privati al fine di rilevare anche eventuali metalli pesanti e quanto altro indicato nella delibera. Ad oggi non risulta che il primo cittadino abbia in qualche modo provveduto e ne chiediamo le ragioni”.

Si fa poi riferimento anche a quanto scritto dal ministero della Salute che nei giorni scorsi ha inviato una lettera al Comune balestratese nella quale imponeva di individuare tempestivamente le cause della torbidità dell’acqua”, presa di posizione scaturita dal fatto che per 7 mesi e mezzo è rimasta in vigore l’ordinanza di divieto di potabilità prima della recente revoca dell’ordinanza da parte del sindaco:

“Chiediamo di giustificare la miracolosa soluzione al problema” attaccano ancora i pentastellati. “L’amministrazione – replica il sindaco Vito Rizzo – si è attivata immediatamente nel richiedere le verifiche sollecitate in sede di consiglio, non previste dal decreto legislativo che disciplina la materia sulla potabilità dell’acqua. Abbiamo scritto ad Asp ed Amap ed inoltre abbiamo dato mandato agli uffici di attivarsi al fine di richiedere le analisi in questione. L’Amap, gestore del servizio e destinatario principale della missiva del ministero, inoltre ha già riscontrato la nota ministeriale fornendo ulteriori chiarimenti in merito”.

“In via di istituzione al Comune – fa sapere il consigliere comunale Rosario Vitale – un organo di controllo per il monitoraggio del servizio idrico. Il gestore deve rispettare il contratto anche per quanto riguardo le manutenzioni ordinarie e straordinarie menzionate da contratto”.



© 2014-2018 PartinicoLive.it

Testata giornalistica online iscritta al Registro del Tribunale di Palermo | Iscrizione n° 11/2018 del 24/05/2018

Direttore responsabile: Michele Giuliano | Editore: File News Srls - P. IVA 06657080823 - R.O.C. 31888