Partinico, presidenti commissioni consiliari saltano: “Vizi di forma”, tutto da rifare e sale l’imbarazzo

Non c’è l’immediata esecutività alla delibera di costituzione delle commissioni consiliari e incredibilmente la presidente dell’assise, Silvana Italiano (nella foto a destra), è costretta ad annullare le votazioni per le presidenze ed a riconvocare gli organismi. Tutto quindi da rifare mentre al palazzo di città monta anche un pò di imbarazzo all’interno della maggioranza a sostegno del sindaco Maurizio De Luca per quanto accaduto.

Ad andare di scena un errore abbastanza clamoroso che invalida quanto fatto in I e II commissione dove appena qualche giorno fa sono stati eletti presidenti e loro vice, mentre la seduta della III commissione è andata vuoto per mancanza del numero legale. Quelle commissioni in realtà, si scopre oggi, non si sarebbero potute convocare lo scorso 6 agosto, come invece fatto dalla stessa presidente del consiglio.

A far rilevare l’errore è stato un consigliere della stessa maggioranza a sostegno del sindaco Maurizio De Luca, Toti Comito (nella foto a sinistra): “Mi sono reso conto che la delibera di costituzione delle commissioni – evidenzia – era stata votata dal consiglio comunale senza dare l’immediata esecutività. Questo significa che bisogna attendere 11 giorni per rendere l’atto efficace. Gli 11 giorni non sono trascorsi quando sono state convocate le commissioni per l’elezione di presidenti e loro vice. Chiaramente l’atto è viziato, c’era il rischio che tutto ciò che veniva deliberato dagli organismi potesse essere invalidato per questo vizio di forma. Per questo ho ritenuto opportuno sollevare il quesito alla segreteria generale del Comune”.

Effettivamente le questioni eccepite hanno trovato riscontro e la presidente del consiglio è stata costretta ad annullare la deliberazione delle nomine dei presidenti dello scorso 6 agosto. “La delibera del 24 luglio scorso – ha rilevato nel suo parere la segretaria comunale Antonella Spataro -, avente per oggetto la nomina dei componenti delle commissioni consiliari, è stata pubblicata all’albo pretorio il 31 luglio e pertanto diverrà esecutiva l’11 agosto”.

“Si annulla quanto deliberato dalle commissioni consiliari permanenti – scrive a sua volta Silvana Italiano – erroneamente convocate il 6 agosto e quanto eventualmente deliberato successivamente a quella data in quanto l’atto risulta viziato formalmente”. Le tre commissioni sono state quindi riconvocate il 13 agosto con ovviamente all’ordine del giorno nuovamente la nomina dei presidenti e dei loro vice.

Intanto sale il malumore per un errore sicuramente evitabilissimo ma si fa quadrato attorno alla presidenza del consiglio: “Questo è un errore tecnico e non politico – precisa proprio Toti Comito -. Sarebbero dovuti essere gli uffici, e nello specifico la segretaria generale del Comune, a dover far notare l’impossibilità della convocazione e così non è stato fatto. La presidente dell’assise non ha alcuna colpa per quanto accaduto”.



© 2014-2018 PartinicoLive.it

Testata giornalistica online iscritta al Registro del Tribunale di Palermo | Iscrizione n° 11/2018 del 24/05/2018

Direttore responsabile: Michele Giuliano | Editore: File News Srls - P. IVA 06657080823 - R.O.C. 31888