Home CURIOSITA' Cartomanzia e Magia: i numeri in Italia

    Cartomanzia e Magia: i numeri in Italia

    65
    0
    CONDIVIDI

    E’ diventato uno dei business più fruttuosi d’Italia, grazie al numero elevatissimo di consumatori: parliamo della cartomanzia e della magia. Sono sempre più numerosi gli italiani che ogni giorno si rivolgono a maghi e cartomanti (o pseudo tali) per ottenere risposte alle loro problematiche, di vario genere.
    Diverse le opinioni a riguardo; è un fenomeno sociale che genera indubbiamente perplessità, ma allo stesso tempo attira un grandissimo numero di persone, suscitando in loro curiosità, fascino e stupore.
    Il 2018 è stato sicuramente un anno fruttuoso per cartomanti, maghi, professionisti dell’esoterismo e della chiromanzia. I dati sono sorprendenti. Sembra che oltre tredici milioni di italiani abbiano richiesto un consulto dall’inizio dell’anno ad oggi. Si tratta di dati impressionanti se pensiamo che circa trentamila persone al giorno, in Italia, si rivolgono ad un cartomante per avere risposte sul loro futuro.

    ALCUNI DATI SULLA CARTOMANZIA

    Dati alla mano, il Codacons ha stabilito che la cartomanzia o comunque la magia, ha creato un giro d’affari notevolissimo, raggiungendo valori impressionanti rispetto agli anni precedenti. Nel 2018 queste attività relative all’occulto hanno raggiunto quota 8 miliardi di euro; ma stiamo parlando di una cifra arrotondata per difetto.
    L’età media delle persone che si rivolgono a cartomanti, astrologi, maghi ecc. è compresa in media tra i 45 e i 52 anni e per la maggior parte si tratta di clienti di sesso femminile. Sono infatti le donne quelle a fare maggiori richieste di “rassicurazione” per qualsiasi tipo di problematica, che va da domande sul lavoro ai problemi di cuore.
    Non esiste una differenza sostanziale tra nord e sud, ma sicuramente la maggior parte delle persone che cercano consulti, vivono in provincia e non in città.
    Anche grazie allo svilupparsi del mondo virtuale, è aumentato drasticamente anche il numero di operatori dell’occulto. Si contano infatti circa 155.000 cartomanti operanti in tutto il territorio italiano.

    UN BREVE EXCURSUS STORICO SULLA CARTOMANZIA

    La cartomanzia, insieme alle discipline relative all’occulto, ha le sue origini in tempi lontanissimi, cambiando continuamente valore. Fino all’ottocento era considerata una pratica divinatoria indiscutibile ed incontrastabile, forse anche esercitata da pochissime persone e quindi non alla portata di tutti. Non ci si poteva improvvisare cartomanti o maghi. Dal XX secolo, invece, il suo valore si è ridotto drasticamente, tanto da essere considerata gioco, bugia, raggiro, inganno.
    Questo pensiero è parzialmente valido anche nei giorni nostri, in quanto, chi si approccia per la prima volta con questa tipologia di discipline, lo fa con una buona dose di dubbi, cinismo e sfiducia, fino ad avere prove relative magari al proprio passato che possano fargli cambiare idea.

    LA CRISI ECONOMICA E LE DELUSIONI D’AMORE, MOTORE DELLA CARTOMANZIA

    Può sembrare paradossale, ma è proprio la crisi economica che sta dilagando in questo periodo in Italia, a portare il mondo della cartomanzia a livelli di guadagno estremi. Sono sempre più numerosi, infatti, gli italiani disperati che fanno richiesta di un consulto proprio per capire come risolvere la propria situazione.
    Persone disperate, senza lavoro o comunque in gravi difficoltà finanziarie, si rivolgono ad operatori esoterici alla ricerca di risposte, speranza, soluzioni per poter ovviare alla loro situazione di disagio. Il problema principale è sicuramente dato dal fatto che queste persone non incorrono quasi mai in operatori seri ed affidabili, ma spesso e volentieri si trovano a doversi confrontare con imbroglioni senza scrupoli che approfittano della buona fede di queste persone, puntando ad ottenere soltanto denaro, sfruttando le difficoltà e la fragilità di chi si rivolge a loro.

    Un altro problema che porta gli italiani a rivolgersi a cartomanti è sicuramente l’amore. Persone alla ricerca di risposte legate alla propria situazione amorosa cercano una soluzione mediante la cartomanzia tramite filtri o legamenti d’amore magari molto costosi e che, se eseguiti da operatori improvvisati o non preparati, possono risolversi in un nulla di fatto; naturalmente a condizione che si creda nella magia.
    Si legge sempre più spesso di persone che si sono lasciate influenzare, nella speranza di trovare una soluzione ad una problematica, anche grave e di salute, e si sono ritrovate a comprare filtri e pozioni per malattie incurabili e a pagarle anche decine di migliaia di euro. La disperazione è spesso causa di grandi perdite economiche provocate da santoni e maghi, che illudono questi sfortunati, di avere la risposta al loro problema. Basta pagare cifre assurde per poter risolvere ogni dramma.

    L’ANONIMATO CHE FAVORISCE LA CARTOMANZIA

    La tecnologia è stata sicuramente fondamentale per lo sviluppo e l’evoluzione delle pratiche legate alla cartomanzia e alla magia. Infatti, non è più necessario rivolgersi personalmente agli operatori, ma basta alzare il telefono od utilizzare un servizio di consulti online.
    Questo permette all’utente di rimanere in completo anonimato e di cercare una risposta nelle carte per qualsiasi tipo di argomento, che magari di persona, avrebbe potuto creare imbarazzo particolare.
    Poter salvaguardare la propria identità, è importantissimo per l’utente. Può raccontare all’operatore anche cose imbarazzanti, inquietanti, senza conoscerlo e senza che lui possa raccontare a nessuno la sua storia. E’ quindi una garanzia per la propria privacy, che rende più sereno l’utente e lo spinge a rivolgere le proprie domande alle carte, senza particolari problemi.

    Se da un lato questo può essere un vantaggio, dall’altro questa inchiesta de Il Giornale rivela come spesso i cartomanti dei call center siano semplicemente persone alla ricerca di un lavoro che, senza altre alternative, accettino un impiego addirittura sottopagato.

    CARTOMANZIA E MAGIA: PRATICHE AFFIDABILI?

    Gli operatori esoterici dovrebbero essere specializzati nella categoria relativa alla tipologia di consulti che effettuano; ricordiamo, infatti, che la magia, la cartomanzia e altre discipline simili, sono una vera e propria scienza, che andrebbe studiata in maniera approfondita.
    Spesso e volentieri, però, gli utenti si imbattono inconsapevolmente in cialtroni approfittatori che vogliono approfittare delle loro debolezze, o comunque in cartomanti improvvisati, soprattutto quando ci si rivolge a servizi telefonici o online.

    Data la crisi economica e la mancanza di lavoro, sono sempre più le persone che accettano di lavorare come cartomanti anche non conoscendo assolutamente nulla di questa tipologia di discipline. Basta un brevissimo corso di formazione per apprendere i termini chiave da utilizzare e “per magia” si diventa cartomanti. Sono sempre più i call center, che, visto il sempre più crescente numero di utenti interessati a questo tipo di consulto, sono alla ricerca di personale che possa effettuare consulti.
    In alcuni casi i consulti vengono effettuati tramite pc e il cartomante, a telefono, legge i risultati all’ignaro utente. In altri, non viene utilizzato nessun programma automatico, ma è proprio il cartomante improvvisato a leggere le carte, senza certezza di dire nulla di sensato.

    I costi per questi consulti sono altissimi, in media parliamo di circa 2€ al minuto, quindi la cosa fondamentale è far parlare il più possibile l’utente. I cartomanti improvvisati, vengono formati proprio per far parlare molto gli utenti, andando a creare in loro una sorta di connessione mentale con il cartomante, ed illudendoli di aver stabilito con loro un rapporto esclusivo.
    Spesso e volentieri, i cartomanti che rispondono a telefono, non sono altro che persone che fino a poco prima erano alla disperata ricerca di lavoro. Casalinghe, neolaureati alla ricerca della prima occupazione, ecc, ma comunque nessuno di realmente specializzato in materie esoteriche. Leggendo diverse testimonianze è facile comprendere come questi operatori siano spesso costretti a mentire o ad inventare la risposta che l’utente vuol sentire: che troverà lavoro a breve, che arriverà una vincita, che l’uomo o la donna che li hanno lasciati li amano ancora e torneranno presto. Una dura lotta contro la propria coscienza, che porta questi cartomanti improvvisati ad abbandonare il proprio lavoro e a cercarne un altro.

    In conclusione, quello della magia e della cartomanzia è un mondo davvero molto particolare, basato purtroppo, prevalentemente, sul business.
    Troppi gli utenti italiani che cercano risposta nelle carte, nei tarocchi, negli oroscopi e che sono disposti a pagare cifre a volte molto importanti, anche trovandosi in situazioni economiche problematiche. Si tratta della ricerca della serenità e della felicità. E si sa, tutti sono disposti ad investire nella propria felicità, anche essendo questa effimera e soltanto raccontata da chi regala illusioni. Illusioni a caro prezzo, illusioni che spesso e volentieri fanno soltanto male.