Home POLITICA Partinico, dissesto Comune diventa anche nodo politico: AreaDem attende le mosse del...

    Partinico, dissesto Comune diventa anche nodo politico: AreaDem attende le mosse del sindaco

    134
    0
    CONDIVIDI

    Il dissesto finanziario del Comune di Partinico da poco dichiarato dal consiglio comunale potrebbe diventare un’arma a doppio taglio per il sindaco Maurizio De Luca. Non solo sul piano dell’umore cittadino che dovrà essere testato nel momento in cui si applicheranno gli inevitabili tagli alla spesa e quindi ai servizi, ma anche sul piano politico.

    La tensione interna alla maggioranza, che si respira sin dall’indomani dell’insediamento (c’è chi dice già il giorno dopo il famoso apparentamento con la coalizione sconfitta al primo turno capitanata dall’allora candidata sindaco Maria Grazia Motisi, oggi vicesindaco in carica ma con i giorni contati, ndr), potrebbe già avere immediate conseguenze. Segnali chiari continua a lanciare AreaDem, che conta in consiglio come suo rappresentante il veterano Renzo Di Trapani, che oggi è tornata alla carica chiedendo “garanzie” in termini di servizi alla città.

    Nel corso di una riunione interna al gruppo che si è tenuta ieri sera, la costola del Pd è tornata a toccare il tasto dei servizi a domanda individuale: quindi mensa scolastica, asili nido e casa di riposo. Se da una parte il sindaco continua a ribadire che farà di tutto per contenerne i tagli, dall’altra però resta realista e ammette che è “molto difficile” per il semplice motivo che i servizi a domanda individuale non sono indispensabili e quindi potrebbero essere il primo taglio netto alla spesa.

    AreaDem però non vuole sentire ragioni: “Attendiamo le proposte che verranno formulate dall’amministrazione comunale, – si legge in una nota dello stesso organismo politico – ma rilanciamo la necessità del mantenimento sotto il controllo comunale della gestione della casa di riposo Canonico Cataldo e del mantenimento di una struttura di asilo nido che possa andare incontro, previo adeguamento tariffario, alle esigenze delle famiglie in difficoltà”.

    Sugli altri servizi offerti dal Comune e su una riduzione dei costi del personale la stessa AreaDem invoca al dialogo, quello che si dice sino ad oggi sia mancato tra il governo cittadino e la sua stessa maggioranza: “E’ auspicabile aprire un tavolo di confronto politico – si legge ancora nella missiva – per meglio delineare il modello organizzativo della struttura amministrativa dell’ente, prevedendo anche apposite riqualificazioni del personale, nella ipotesi del rilancio di alcuni servizi che possono essere erogati dall’ente locale. Sulle dinamiche della politica locale che già sembra dare alcuni preoccupanti segnali, in contrasto con la responsabilità che il momento impone, l’AreaDem Partinico terrà, nella giornata di domani mercoledì 17 ottobre, alle ore 18, presso la propria sede di via Roma un’apposita conferenza stampa”.