Home ENTI LOCALI Alcamo, con il “tesoretto” mezzo milione per le strade: investimenti su viale...

    Alcamo, con il “tesoretto” mezzo milione per le strade: investimenti su viale Europa e via Foscolo

    643
    0
    CONDIVIDI

    Un altro mezzo milione di euro per le strade della città. Dopo i massicci investimenti già fatti nell’ultimo anno, il Comune sta programmando un’altra spesa extra. Sarà possibile grazie al “tesoretto” dell’avanzo di amministrazione che è stato certificato dagli uffici pari a 8,6 milioni di euro. I 500 mila euro serviranno per il rifacimento totale di alcune tra le arterie più importanti di Alcamo: non solo asfalto ma anche abbattimento delle barriere architettoniche. In programma in particolare interventi di totale restyling in viale Europa (nella foto) e in via Ugo Foscolo, due tra le strade più trafficate della città.

    “Bisogna fare in fretta – afferma il sindaco Domenico Surdi – perchè la spesa va fatta entro la fine dell’anno”. L’amministrazione comunale ha avviato un approfondimento attorno a questo avanzo di amministrazione, frutto di accantonamenti di somme mai spese negli anni:

    “Ci sono degli aspetti – precisa Surdi – che vogliamo chiariti dai nostri dirigenti del Comune. Dentro a questo avanzo, infatti, abbiamo trovato fondi mai spesi nei bilanci almeno dell’ultimo decennio ma che non sappiamo se effettivamente possiamo spendere. Un esempio su tutti: il pagamento del commissario per l’emergenza idrica. La Regione ci aveva chiesto nel 2008 delle somme che sono state accantonate anno dopo anno negli esercizi finanziari ma che non sono mai state spese. Effettivamente ancora oggi non sappiamo se questi soldi li possiamo spendere o se mai verrà a batter cassa la Regione. Di situazioni simili ce ne sono diverse”.

    Quindi parliamo di un avanzo che sarebbe effettivamente solo sulla carta. Il riferimento poi alla politica del passato riaffiora: “Qualcuno – attacca – scambia per tesoretto anni di immobilismo estremo e se ne vanta. Nell’avanzo ci sono anche soldi di mutui accessi tanti anni fa e mai spesi con il risultato che il Comune ha pagato interessi inutilmente. In realtà ricordo che il Comune è in disavanzo ed è stato dichiarato nel 2015 quando è subentrata la norma sull’armonizzazione contabile ed è stato deciso di spalmare in 30 anni un debito da 1,8 milioni di euro. Da buon padre di famiglia questo governo cittadino sta pensando di utilizzare parte del tesoretto per estinguere questo debito”.

    LEAVE A REPLY

    Per favore inserisci il tuo indirizzo email qui
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.