Home ENTI LOCALI Balestrate, il sindaco sempre più traballante: perso un altro pezzo della maggioranza

    Balestrate, il sindaco sempre più traballante: perso un altro pezzo della maggioranza

    594
    0
    CONDIVIDI

    L’assise ha la sua nuova vicepresidente del consiglio: si tratta di Filippa D’Anna, 37 anni, votata dalla maggioranza. Prende il posto di Enza Agrusa che per ragioni lavorative aveva lasciato l’incarico. Intanto però è sempre più sulla graticola il sindaco Vito Rizzo che si è visto ulteriormente assottigliare la sua maggioranza. Il consigliere Rosario Vitale (nella foto a sinistra) ha infatti dichiarato la sua appartenenza al movimento da lui originariamente fondato un anno e mezzo fa durante le amministrative, Prospettiva Futura, dichiarando la sua indipendenza all’attuale maggioranza che sostiene il primo cittadino:

    “Il movimento si rafforza – afferma Vitale – con nuove forze locali, tra cui ex assessori, ex consiglieri comunali e ancora uomini e donne della società civile che vogliono cambiare un modo di fare politica che sa di vecchio, seppur non anagraficamente nell’attuale compagine amministrativa comunale”. A confermare il distacco di Vitale in consiglio anche Antonio Bosco (nella foto a destra), oggi coordinatore di Prospettiva Futura e già assessore sino al luglio scorso di Rizzo prima delle sue dimissioni:

    “Non ci sarà più alcun appoggio incondizionato – precisa – ma si voterà secondo coscienza, sulla base degli atti amministrativi che questa amministrazione produrrà. Se andranno nella direzione del bene comune allora noi ci saremo sicuramente”. Per il sindaco sembrano lontani i tempi in cui poteva vantare una maggioranza super granitica: da considerare che appena eletto, come da legge elettorale, si è trovato con 8 consiglieri a sostegno e poche settimane dopo con lui passò anche Rosario Vitale, facendo salire a 9 il suo gruppo contro gli appena 3 esponenti di opposizione.

    Poi la crisi politica estiva, con le dimissioni da assessore di Bosco e le tante polemiche interne alla coalizione, hanno portato ad un azzeramento che ha lasciato fuori dai giochi la “storica” assessore Piera Chiarenza, che ha ricoperto l’incarico sia per tutta la legislatura precedente con Totò Milazzo sindaco e sino a settembre con Rizzo sindaco. La sua mancata riconferma l’ha portata a dichiararsi fuori dalla maggioranza, essendo nella doppia veste anche di consigliera comunale.

    Ora con Vitale il gruppo si è ristretto a 7 componenti contro i 5 di opposizione. Senza contare che recentemente c’è stato un movimento interno alla stessa maggioranza ma che ha dato “segnali” politici: Mimmo Cavataio e Pietro Taormina hanno deciso di uscire dal gruppo “SìAmo Balestrate” fondato dal sindaco, dove erano stati eletti, per costituire un nuovo gruppo denominato “Per Balestrate”. Hanno comunque precisato che confermano la permanenza in maggioranza ma l’impressione è che sia una fiducia a tempo.

    Nel contempo Rosario Vitale, con l’intero gruppo di “Prospettiva futura”, ha dichiarato la propria adesione al movimento Diventerà Bellissima del presidente della Regione Nello Musumeci. In consiglio comunque sarà mantenuta l’identità del movimento locale; gli aderenti, tra cui figura anche l’ex assessore Renzo Imbrunnone, hanno dichiarato di aver sposato gli ideali di Diventerà bellissima.

    LEAVE A REPLY

    Per favore inserisci il tuo indirizzo email qui
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.