Home AMBIENTE Partinico, si cambia gestione rifiuti: si passa all’Srr, verso l’appalto da 7...

    Partinico, si cambia gestione rifiuti: si passa all’Srr, verso l’appalto da 7 anni

    2011
    1
    CONDIVIDI

    La Srr ‘Palermo area metropoliatana’ approva il nuovo piano rifiuti del Comune di Partinico. “Questa mattina il Cda della Srr ‘Palermo area metropolitana’ ha approvato il nuovo piano di gestione rifiuti del Comune di Partinico che nei giorni scorsi è stato votato con grande senso di responsabilità dal Consiglio comunale”. Lo annuncia il sindaco di Partinico Maurizio De Luca.

    “Ho voluto fortemente questo piano e ho seguito personalmente tutti i passaggi che hanno portato alla sua approvazione. Domani mattina firmerò l’ordinanza per poter dare avvio alla gara ponte, nelle more della gara unica che la Srr espleterà attraverso l’Urega. Stiamo chiudendo per sempre la triste pagina dell’Ato rifiuti per aprire una fase nuova. Ci saranno importanti cambiamenti, perché in caso di cattiva gestione o di mancato rispetto del piano industriale, l’amministrazione potrà rivalersi sulla ditta che adesso sarà l’unico interlocutore con responsabilità diretta e revocargli il servizio, in caso di ripetute disfunzioni – conclude il sindaco di Partinico. Si tratta di un piano innovativo che prevede un risparmio di 1 milione di euro all’anno rispetto ai costi attuali e di 400 mila euro all’anno, rispetto al progetto varato e mai attuato dalla precedente amministrazione”.

    Previsti servizi aggiuntivi come il potenziamento della raccolta rifiuti nelle periferie, del porta a porta e tanto altro. Verranno installati 18 punti di raccolta nelle zone periferiche che copriranno un raggio di servizio di 1 km ciascuno. I cassonetti saranno chiusi con dei lucchetti in modo che ogni cittadino, munito di chiave potrà depositare la spazzatura nei contenitori, separati per tipologia di rifiuti, in base al piano di raccolta.

    Il servizio di pulizia delle caditoie verrà fortemente incrementato, da 40 a 400. Stessa cosa per la raccolta degli oli esausti e degli indumenti con l’installazione di 14 colonnine di raccolta dell’olio, e di ulteriori punti di raccolta per gli indumenti. Ad ogni famiglia inoltre verranno forniti i contenitori per la raccolta differenziata, in base al numero di componenti.

    var url70669 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=439&evid=70669”;
    var snippet70669 = httpGetSync(url70669);
    document.write(snippet70669);

    1 Commento

    Comments are closed.