Home ENTI LOCALI Trappeto, i “furbetti” delle multe non pagate: arriva l’Agenzia delle entrate

    Trappeto, i “furbetti” delle multe non pagate: arriva l’Agenzia delle entrate

    688
    0
    CONDIVIDI

    Fine del viaggio per i “furbetti” che hanno beccato contravvenzioni a Trappeto per conto della polizia municipale e che non hanno voluto pagare il conto sino ad oggi. Sono in tanti che non hanno corrisposto quanto dovuto e continuano a non farlo ma da adesso non dovranno più far i conti con il Comune, che non ha i mezzi efficaci per poter davvero far paura ed essere incisivo per convincere alla “redenzione” chi non ha pagato.

    Ora arriva l’Agenzia delle entrate-Riscossione a cui il municipio ha dato incarico di recuperare i soldi derivanti proprio dalle sanzioni amministrative. Le multe sono quelle relative al 2016 ed essendo quindi passati abbondantemente i termini entro i quali pagare, vale a dire i canonici 60 giorni, adesso è scattata la tagliola della riscossione coattiva.

    A confermare l’avvio dell’iter il responsabile del Settore Affari generali del Comune, Maria Russo: “L’ufficio verbali ha trasmesso all’Agenzia delle entrate-Riscossione l’elenco dei nominativi dei contravventori che non hanno ottemperato al pagamento delle violazioni alle norme del codice della strada dell’anno 2016”. L’Agenzia delle entrate ha elaborato tutti i dati trasmessi dal Comune per le contravvenzioni non pagate, ha dato vita quindi ad un incrocio di banche dati ed ha creato la lista dalla quale poi avviare tutte le procedure necessarie per notifiche e quant’altro conseguente.

    Si parla di ben 961 verbali elevati per violazioni al codice della strada per un totale di 91 mila euro all’incirca di mancato incasso per il municipio. Cifra di non poco conto per un Comune come quello trappetese che con tali somme potrebbe sicuramente tornare a poter far respirare le sue asfittiche finanze. C’è da evidenziare che da qualche anno è in aumento il trend delle multe nel paese marinaro.

    Già nel 2015 erano state contestate violazioni al codice della strada per un ammontare di 88 mila euro con incasso di gran lunga superiore rispetto a quanto preventivato nel bilancio di previsione di quell’anno. Questo comunque ha messo in evidenza anche il fatto che si rivelano molto indisciplinati automobilisti e centauri in paese.

    var url72714 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=439&evid=72714”;
    var snippet72714 = httpGetSync(url72714);
    document.write(snippet72714);

    LEAVE A REPLY

    Per favore inserisci il tuo indirizzo email qui
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.