Home ENTI LOCALI Partinico, al Comune è stabilizzazione per tutti i precari: niente concorsi

    Partinico, al Comune è stabilizzazione per tutti i precari: niente concorsi

    1640
    0
    CONDIVIDI

    Stabilizzazione per tutti. Potrebbe apparire uno slogan e invece è quello  che realmente accadrà al Comune di Partinico. Tutti i precari saranno stabilizzati senza uno straccio di concorso, alla faccia della Costituzione già ampiamente calpestata dalle pubbliche amministrazioni sin da quando si sono aperte le porte a quelli che poi sono diventati precari storici.

    Carolina Varchi

    Il Comune si appiglia al via libera del Consiglio dei Ministri alla norma della Finanziaria regionale che consente ai Comuni di procedere con le stabilizzazioni dei precari senza per l’appunto dover passare dai concorsi. “Grazie all’applicazione della legge Madia e agli ultimi chiarimenti del legislatore regionale, – afferma il sindaco Maurizio De Luca – si accorceranno ulteriormente i tempi del primo step di stabilizzazione per 130 lavoratori contrattisti dei Comune di Partinico. Questo ci permetterà di accelerare la conclusione dell’intero programma di stabilizzazione che interesserà complessivamente una platea di 232 lavoratori precari”.

    In particolare sarà applicato l’ articolo 20, comma 1, della legge Madia sulla stabilizzazione diretta: “Questo strumento normativo – aggiunge De Luca – permetterà  l’immediata contrattualizzazione di gran parte del personale precario, fin da subito, nonostante il dissesto, senza dover ricorrere alle procedure concorsuali, e di accorciare i tempi di stabilizzazione anche per il secondo gruppo di lavoratori. Con i sindacati, che sono stati convocati per lunedì 29 aprile per attivare le procedure necessarie, verranno concordati criteri e modalità per la conclusione del programma di stabilizzazione dell’intera platea del personale precario”.

    var url79738 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=439&evid=79738”;
    var snippet79738 = httpGetSync(url79738);
    document.write(snippet79738);