Home CRONACA Partinico, (il video dell’auto distrutta) Fabio Provenzano indagato per omicidio stradale

Partinico, (il video dell’auto distrutta) Fabio Provenzano indagato per omicidio stradale

18145
0

Omicidio stradale è l’ipotesi di reato avanzata dalla Procura di Palermo a carico di Fabio Provenzano, 34 anni di Partinico, alla guida dell’auto che si è ribaltata venerdì scorso poco prima della mezzanotte sulla A-29 all’altezza dello svincolo di Alcamo est.

Un epilogo tragico con la morte sul colpo del figlio Francesco, 13 anni, e le gravissime condizioni del fratellino Antonino di 9. Anche Provenzano è in gravi condizioni al trauma center di Villa Sofia, è sempre in prognosi riservata anche se non pare essere in pericolo di vita nonostante le numerose lesioni riportate.

ECCO IL VIDEO DELL’AUTO DISTRUTTA

La Procura ipotizza che l’uomo viaggiasse ad alta velocità e che si possa essere distratto forse con l’utilizzo del telefonino.

C’è un video postato sul profilo faceboook di Fabio Provenzano, ora non più visibile, in cui il 34enne si riprende mentre è alla guida dell’auto. L’orario in cui è stato postato è compatibile con quello dell’incidente.

SOSTIENICI

Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza sanitaria noi di Partinicolive lavorariamo senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulla epidemia di Covid-19.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui