Home APPUNTAMENTI Partinico, la festa d’agosto senza luminarie e fuochi d’artificio: Madonna al buio

Partinico, la festa d’agosto senza luminarie e fuochi d’artificio: Madonna al buio

5020
0

Appena appena in extremis si è riusciti a trovare i soldi per pagare l’esibizione di una delle bande del paese. Per il resto la tradizionale, e un tempo imponente, “festa d’agosto” a Partinico sarà poco più che a luci spente. Niente luminarie e niente fuochi d’artificio in onore della patrona della città, la Madonna del Ponte.

La congregazione della “bedda matri” non è riuscita, come in passato negli ultimi anni di crisi finanziaria del municipio, a raccogliere fondi a sufficienza per quantomeno riuscire ad addobbare il corso dei Mille, strada principale della città, con le classiche luminarie che hanno sempre dato colore alle serate di inizio agosto nel centro storico partinicese. I vertici della stessa congregazione hanno sperato sino all’ultimo in un piccolo impegno economico del Comune ma non c’è stato nulla da fare:

“Li ho ricevuti ed ascoltati nella mia stanza – afferma il commissario straordinario del Comune, Rosario Arena – ma purtroppo non ci sono margini per poter uscire un solo euro dalla cassa dell’ente. L’attuale situazione di emergenza, contraddistinta dalla dichiarazione di dissesto finanziario, non permette manovre di nessun tipo se non per affrontare spese indifferibili”.

A dire il vero è da anni che oramai la “festa d’agosto”, l’appuntamento più sentito dell’anno dalla comunità che attirava anche migliaia di persone dall’intera provincia palermitana, è in caduta libera in termini di organizzazione di eventi che accompagnano gli appuntamenti strettamente religiosi. Il Comune non è più in grado di compartecipare alle spese e le offerte dei fedeli si sono sempre più assottigliate.

Di conseguenza il budget a disposizione della congregazione è praticamente quasi azzerato. Nonostante tutto sino ad oggi comunque si era riusciti a salvare luminarie e fuochi d’artificio, rimasti oramai gli unici baluardi insieme alle caratteristiche bancarelle che si snodano da viale Regione sino al corso dei Mille all’intersezione con Largo Modica. Queste ultime ancora ci saranno seppur in numero sempre più ridotto, anche perchè è un’operazione a costo zero per le casse del Comune.

La festa da oggi entra nel vivo: ogni giorno le sante messe alle 18 sino al prossimo mercoledì 7 agosto; e poi si corre il trofeo memorial “Piero Galati”, gara podistica giunta alla 40° edizione su iniziativa dell’Asd Sportamatori, con partenza alle 19. L’8 agosto la chiusura con la celebrazione alle 18,30 ed a seguire la processione del venerato quadro della Madonna del Ponte vestito d’argento.

“La festa estiva è festa di gioia e accoglienza dei fratelli emigrati – è l’appello dell’arciprete, monsignor Salvatore Salvia – che tornano per le ferie e non dimenticano le radici cristiane. la devozione alla Madonna del ponte è bellezza e segno di quello che ognuno di noi dovrebbe essere”. Una sorta di richiamo dell’alto prelato a pensare al vero senso della festa e ad accantonare per un attimo i fasti, comunque non necessari, di tutto ciò che ha sempre colorato questo appuntamento sul piano folcloristico. Basterà per spegnere la delusione dei partinicesi?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui