Home ENTI LOCALI Trappeto, nuovo assetto della burocrazia al Comune: niente settori ad interim

Trappeto, nuovo assetto della burocrazia al Comune: niente settori ad interim

230
0

Al Comune di Trappeto le categorie “D” sono rimaste soltanto due in pianta organica. E per evitare di dare incarichi ad interim, che potrebbero causare un ingolfamento delle attività burocratiche, un terzo Settore viene affidato ad una categoria “C”.

In questo modo l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Santo Cosentino ha deciso di riorganizzare al suo interno la guida dei tre diversi settori. Con propria determinazione lo stesso primo cittadino ha deciso di rivedere l’assetto burocratico nei suoi vertici apicali, provvedendo quindi a nominare i vari capi ufficio. Il primo cittadino non ha potuto fare altro che pescare un categoria “C”, quindi privo di laurea, per poter chiudere l’assetto della macchina burocratica.

Il “prescelto” è l’istruttore amministrativo Salvatore Romano a cui va la posizione organizzativa per la guida del Settore Affari generali, inquadrato come categoria “C5”. La scelta è ricaduta su di lui per evitare di gravare gli altri due responsabili di Settore, unici ad avere un inquadramento in categoria “D” in pianta organica, di ulteriori carichi di lavoro:

“Per una corretta funzionalità dell’ente – ha voluto specificare Cosentino – non possiamo conferire gli incarichi di responsabili di tre Settori comunali agli unici due dipendenti di categoria D”. Per cui a Romano sono andati gli Affari generali, da cui dipendono gli uffici segreteria, scolastico, elettorale, anagrafe, stato civile e relazioni con il pubblico.

Alle uniche due categorie “D” sono andati gli altri due settori: quello Economico-finanziario, che abbraccia ragioneria, tributi e personale, all’istruttore direttivo “D5” Giuseppa Ferrara; quello Tecnico, che segue le manutenzioni e i lavori pubblici, all’altra istruttore direttivo “D5” Michele Cusumano.

La manovra è stata possibile sulla base della dotazione organica dell’ente, stabilita con delibera di giunta del febbraio 2018, in cui si attesta che la pianta organica è priva di figure dirigenziali. Contestualmente sono stati anche nominati i vice dei titolari:

Vincenza Sanfilippo, istruttore amministrativo di categoria “C1”, agli Affari generali; Benedetto Randazzo, istruttore amministrativo-contabile di categoria “C5”, al Settore Economico-finanziario; infine Michele Randazzo, istruttore amministrativo di categoria “C1”, al Settore Tecnico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui