Home ENTI LOCALI Trappeto, Comune ringrazia Forza Nuova ed esplode il caso. Bufera per post...

Trappeto, Comune ringrazia Forza Nuova ed esplode il caso. Bufera per post su facebook

560
0

E’ bufera sull’amministrazione comunale di Trappeto per un ringraziamento fatto alla sezione cittadina di Forza Nuova. Un caso esploso dopo che nella pagina facebook curata dal governo cittadino è spuntato un post, con tanto di foto, in cui si tessono le lodi di questa sigla politica di estrema destra per avere effettuato da volontari degli interventi di pulizia in alcune zone del paese.

Sul post una serie infinita di polemiche a commentare come sia stato ritenuto poco consono, specie in questo momento, l’intervento di ringraziamento di un’istituzione pubblica. Proprio in questi giorni facebook ha infatti deciso di chiudere definitivamente alcune centinaia di pagine ufficiali e di persone legate ai movimenti politici di Forza Nuova e Casa pound sulla base dell’accusa di essere “organizzazioni pericolose”, che “incitano all’odio” e colpevoli di essere promotrici di “azioni violente”.

Il post però è scomparso poco dopo, a quanto pare su decisione sempre di facebook con la stessa logica che ha mosso la società proprietaria del social nell’eliminazione delle varie pagine del movimento politico. Nonostante le polemiche l’amministrazione comunale, sempre attraverso la sua pagina facebook, è tornata a rilanciare il suo ringraziamento, mostrando quindi di non aver avuto alcun ripensamento nonostante il polverone sollevato:

“L’amministrazione comunale – è stato scritto nella pagina istituzionale – ringrazierà sempre pubblicamente tutti coloro i quali, di qualsiasi parte politica essi siano, si adopereranno in iniziative gratuite di utilità sociale rivolte al benessere della comunità trappetese. Vogliamo precisare che l’eliminazione del recente post di ringraziamento dalla pagina Facebook del Comune è unicamente dovuta ad intervento degli amministratori di Facebook e non dell’amministrazione comunale”.

Intanto la questione si è spostata anche sul piano politico: “Cosa ancor più grave – attacca il presidente dell’associazione ambientalista ‘San Cataldo baia della legalità’ Francesco Loria – si sponsorizzano associazioni politiche con dna fascista utilizzando i propri canali Istituzionali. Non c’è alcun dubbio, il messaggio è una chiara chiamata all’arruolamento politico neofascista”.

“Come può e come possono quelli dell’amministrazione guidata dal sindaco Santo Cosentino – attacca il consigliere di opposizione Salvo Randazzo – far figurare tra le pagine rappresentative della nostra Trappeto ammiccamenti e ringraziamenti ad un partito politico di estrema destra che è stato annoverato da Facebook e da tutti i social network, a livello mondiale, tra i fomentatori di odio e per questo sono stati estromessi!? Capisco che dei cittadini si mobilitino per pulire dal degrado e dall’incuria a cui è lasciata Trappeto, ma viene da chiedermi se e quando dopo due anni e mezzo il sindaco ritiene ancora di poter esercitare il controllo dell’amministrazione che dovrebbe guidare”.

A prendere posizione pure sindaci del comprensorio che mostrano indignazione, come Pietro Puccio di Capaci: “Molto preoccupante è quando questi messaggi partono dalle istituzioni. E’ gravissimo”.

Intanto il telefono del primo cittadino continua a squillare a vuoto, quindi non è stato possibile avere una sua replica diretta. Le uniche prese di posizione sono quelle che arrivano dalla pagina facebook del Comune: “Come ogni volta, tutto deve assumere un connotazione politica..solo per fare polemica! Siamo una piccola comunità, ma che sicuramente deve crescere ancora molto. A molti la politica fa proprio male!”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui