Home POLITICA Partinico, il fascino improvviso di Fratelli d’Italia: un appeal da migliaia di...

Partinico, il fascino improvviso di Fratelli d’Italia: un appeal da migliaia di voti

1342
0

A Partinico torna di moda la fiamma. Parliamo della fiamma tricolore che sembra stia tornando ad infiammare, nel vero senso della parola, il cuore della politica locale. Si sta percependo questa ventata da un po’ di tempo a questa parte e la conferma è arrivata dalla recente manifestazione che si è tenuta a Partinico di Fratelli d’Italia.

Una forza politica che sta catalizzando l’interesse pressante di molti esponenti di spicco e che soprattutto hanno dietro un buon bagaglio di voti. Al momento sono già tre i consiglieri comunali attualmente in carica che hanno dato la loro adesione e parliamo di Vito Giuliano, Nuccio Latona e Vanessa Costantino (nella foto con la deputata alla Camera Carolina Varchi), ma presto potrebbero essere anche diversi altri gli approdi.

Si parla infatti si una possibile migrazione in blocco dell’attuale gruppo, o di quel che è rimasto, di Diventerà bellissima: Toti Comito, Gaspare Sollena ed Erasmo Briganò. Lo stesso Comito però frena: “Eravamo presenti alla manifestazione – sottolinea – solo per una cortesia dal momento che siamo stati invitati. Nell’ottica di una coalizione di centrodestra abbiamo ritenuto opportuno esserci, così come saremmo stati eventualmente presenti ad un eventuale uscita pubblica di Forza Italia”.

Al di là delle dichiarazioni di maniera, necessarie in questo caso perchè la politica insegna di non avventurarsi mai e di lasciare “decantare” certi exploit che possono anche rivelarsi solo stelle cadenti, in realtà per Comito e Briganò in realtà sarebbe una sorta di ritorno a casa.

Il primo è stato esponente in passato di Alleanza nazionale, uomo di destra convinto; il secondo, molto più giovane, ha una storia familiare di destra con il papà Enzo che è stato tra i più importanti esponenti sempre di An prima del suo scioglimento. Le elezioni amministrative sono quasi alle porte (aprile 2020) e sicuramente per Comito, Briganò e Sollena è quasi d’obbligo una nuova collocazione dal momento che non hanno mai nascosto la loro delusione per Diventerà bellissima:

“Una delusione cocente – conferma Comito – perché siamo stati completamente abbandonati a noi stessi a Partinico subito dopo le elezioni del 2017. Certo, una collocazione politica sarà necessaria ma nulla è scontato. Per mia storia personale non sono uno che cambia a cuor leggero fazioni politiche. Alla base del mio credo c’è sempre una programmazione politica oltre che ideologica”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui