Home PRIMO PIANO Alcamo, altro “incubo” per le strade: dopo lo street control arriva lo...

Alcamo, altro “incubo” per le strade: dopo lo street control arriva lo scout speed

8590
0

Arriva ad Alcamo lo scout speed, il nuovo sistema di rilevazione della velocità dei veicoli. A giorni entrerà in funzione, in queste ore il comando di polizia municipale sta mettendo a punto il sistema. L’apparecchio sarà installato all’interno della pattuglia che monitorerà le zone più a rischio di incidenti stradali dove vige il limite di velocità che oscilla tra i 30 ed i 50 chilometri orari.

Spuntano i primi cartelli e già i cittadini cominciano a mugugnare per il pericolo di una pioggia di multe, come accaduto recentemente con lo street control. Mentre comincia a scatenarsi la psicosi, dal comando chiariscono che non ci sarà alcuna intenzione di vessare ma solo di prevenire:

“A conferma di ciò – evidenzia il comandante Giuseppe Fazio – il fatto che basterà consultare il sito internet del Comune per verificare il calendario, il luogo e l’orario della presenza dello scout speed”.

Basterà quindi informarsi preventivamente e dare una sbirciata on line, oltre che avere più prudenza nelle strade. Lo scout speed è molto temuto per come funziona: può infatti operare sia con la pattuglia in movimento, sia con l’auto ferma. Rileva la velocità in entrambe le direzioni, nessuno può sfuggire laddove si incrocerà la pattuglia dei vigili urbani.

I controlli saranno attivati nelle vie Porta Palermo e Gammara, e nel tratto di competenza comunale della statale 113. C’è chi già lamenta il mirato intento vessatorio tra i cittadini che evidenziano soprattutto la presenza del limite a 30 chilometri orari in via Porta Palermo, strada di ingresso della città provenendo dalla statale 113:

“In via Porta Palermo  – precisa il capo dei caschi bianchi – il limite è stato portato a 50 chilometri orari. A 30 rimane solo nel tratto della doppia curva e in corrispondenza dell’intersezione con via Autonomia Siciliana”.

“L’attività, in via sperimentale per un periodo di circa 30 giorni, – ribadisce l’assessore alla Polizia municipale Fabio Butera – è finalizzata a contrastare i comportamenti illeciti e pericolosi per la sicurezza della circolazione stradale e per il mancato rispetto dei limiti di velocità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui