Home ENTI LOCALI Castellammare del Golfo, randagismo e sinistri stradali: un macigno per le casse...

Castellammare del Golfo, randagismo e sinistri stradali: un macigno per le casse del municipio

504
0

Il consiglio comunale presieduto da Mario Di Filippi ha approvato la variazione al bilancio di previsione 2019-2021che prevede una manovra complessiva di 653.579,34 euro per il 2019: su 13 presenti in aula, il provvedimento è stato approvato con i voti favorevoli di 11 consiglieri (astenuti D’Aguanno e Di Gregorio, assenti Titola, Corbo e Coppola). Sulla variazione di bilancio il collegio dei revisori dei conti aveva espresso parere favorevole.

Il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore al bilancio Giuseppe Cruciata si dicono “soddisfatti poiché il consiglio comunale, che ringraziamo per il voto favorevole, con senso di responsabilità e lavorando nell’interesse della comunità, ha approvato nei termini dei legge previsti il bilancio e adesso la sua variazione, consentendo la programmazione con uno strumento finanziario rispondente alle esigenze comuni, impinguando diversi capitoli con insufficiente disponibilità finanziaria: sono aumentate notevolmente le entrate dalla vendita e dall’erogazione di servizi e dalla tassa di soggiorno ed abbiamo predisposto maggiore spesa per la viabilità e le infrastrutture stradali, per la valorizzazione ed il recupero ambientale, il servizio idrico integrato…Il costo più sostanzioso in questa variazione è quello relativo alle spese per il randagismo con un sistema di operare ereditato che non condividiamo: per abbattere i costi -spiegano il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore al Bilancio Giuseppe Cruciata- con specifico atto di giunta, avevamo dato obiettivo alla polizia municipale  di predisporre un sistema diverso perché il costo giornaliero per il ricovero di un cane va da 2,50 a 4 euro. Per questo abbiamo deciso di incentivare l’adozione dei cani con agevolazioni per chi li adotta, prevedendo un cospicuo risparmio per il nostro Ente».

Il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore Giuseppe Cruciata fanno poi presente che «un altro costo che ha inciso tanto nel corso dell’anno è quello relativo ai sinistri stradali poiché la franchigia a suo tempo contrattualizzata con l’assicurazione  era stata quantificata con 50 mila euro dunque tutti i sinistri al di sotto di questa cifra sono stati posti a carico del Comune. L’anno scorso è stata portata a 7500 euro ed il prossimo anno, con la nuova gara già inviata alla Cuc, sarà di 5mila euro consentendo di abbattere in maniera corposa gli eccessivi costi fino ad ora sostenuti. Ricordiamo inoltre che c’è  stato un incremento 25 mila euro grazie alle pratiche portate a termine dallo sportello unico per le attività produttive e di 20 mila euro per il condono edilizio da parte del IV settore. Inoltre  -concludono il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore Giuseppe Cruciata- a breve è prevista la sistemazione di alcune strade poiché il mutuo acceso a suo tempo non è stato utilizzato per il miglioramento viario ma quasi completamente per la realizzazione delle rotonde».

Per il 2019 le maggiori entrate accertate rispetto agli stanziamenti del bilancio sono pari a 347.679,34 euro e  riguardano l’Ici che da 3.500.000 passa a 3.545.000, l’imposta di soggiorno che da 185 mila euro incassati in precedenza è incrementata di 35.000 euro ed arriva a 220.000 euro di entrate totali. L’imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni aumenta fino a 7.500 euro, le entrate  dalla vendita e dall’erogazione di servizi da 171.500 euro passano a 207.500 euro ed i permessi di costruire da 120.000 euro a 170.000 euro.

Le maggiori spese per il 2019 riguardano la viabilità e infrastrutture stradali che da 464.500 euro vengono impinguate di 90 mila euro diventando 554.500 euro; aumento di spesa anche per la polizia locale e amministrativa, che aumenta di 152.400 euro arrivando a 919.800,00 per l’incidenza della gestione del randagismo. Aumento delle spese anche per la valorizzazione ed il recupero ambientale, il servizio idrico integrato… Per la gestione dei beni demaniali e patrimoniali da 99.204 euro circa, la spesa passa a 182.704,70 euro. Le minori spese per il solo 2019sono pari a 305.900 euro.

 

SOSTIENICI

Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza sanitaria noi di Partinicolive lavorariamo senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulla epidemia di Covid-19.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui