Home CRONACA San Cipirello, ex sindaco denuncia titolare Cogesi: “Mi ha insultato, ha tentato...

San Cipirello, ex sindaco denuncia titolare Cogesi: “Mi ha insultato, ha tentato di aggredirmi”

2814
0

L’ex sindaco di San Cipirello, Vincenzo Geluso, ha denunciato ai carabinieri della locale stazione per minacce Stefano Lo Greco, imprenditore della zona e titolare della Cogesi, la nota ditta dei rifiuti recentemente più volte finita nei guai per una serie di indagini a suo carico e non solo. Secondo quanto ha sostenuto l’ex primo cittadino, Lo Greco ieri pomeriggio nella centralissima via Mazzini di San Cipirello alla vista di Geluso si sarebbe fermato con la sua auto e una volta sceso si è avvicinato a lui con fare minaccioso e lo avrebbe apostrofato pesantemente.

“Sei un pezzo di sbirro e cornuto” gli avrebbe ripetuto alla presenza anche di diversi testimoni, come ha riferito ai militari dell’Arma lo stesso ex sindaco. Solo la presenza di diverse persone in quel momento avrebbe evitato, secondo quanto riportato nella denuncia, che l’imprenditore potesse colpire fisicamente Geluso.

Poco dopo è transitata con un’altra auto la fidanzata di Lo Greco, Valentina Mangano, che ha convinto l’imprenditore ad andare via e pronunciato frasi che però l’ex sindaco non è riuscito a comprendere. “Non so il motivo per il quale ha tentato di aggredirmi” afferma l’ex sindaco sancipirellese.

Con Lo Greco c’è già un precedente: i due si fronteggiarono al Comune nel dicembre del 2017, quando Geluso era ancora sindaco e la Cogesi invece gestiva il servizio di raccolta dei rifiuti in paese. Sarebbe volati schiaffi a conclusione di un duro alterco, anche se in questo caso la ricostruzione dei fatti non fu univoca da entrambe le parti.

Per Lo Greco, la compagna e la sua impresa è un momento davvero difficile: proprio ieri è avvenuto un sequestro di beni da mezzo milione di euro nei confronti di Valentina Magano per dei presunti documenti falsi da cui avrebbe avuto agevolazioni fiscali; nell’ottobre scorso la ditta fu investita da un grosso incendio che distrusse 22 nuovi mezzi per la raccolta dei rifiuti; pochi giorni prima aveva subito il sequestro di beni per un milione e 500 mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui