Home ENTI LOCALI Alcamo, rivoluzione nella burocrazia del Comune: dirigente storico lascia la Ragioneria

Alcamo, rivoluzione nella burocrazia del Comune: dirigente storico lascia la Ragioneria

2129
0

Aria di rinnovamento all’interno della burocrazia del Comune di Alcamo. Il nuovo anno porta anche ad un rimescolamento dei massimi vertici degli uffici con un risvolto anche abbastanza clamoroso. Dopo ben 20 anni Sebastiano Luppino lascia la guida dei Servizi finanziari, in buona sostanza la Ragioneria.

Parliamo quindi dell’area nevralgica di una macchina amministrativa. Al suo posto subentra Tiziana Vinci, messinese, 48 anni, vincitrice di concorso appena qualche mese fa e posta alla guida della Direzione Riscossione alle entrate e servizi alla persona che con il nuovo anno si è fuso proprio ai Servizi finanziari. Luppino, 60 anni, finisce invece alla Direzione 3 “Affari generali, risorse umane e servizi alla persona” che già lo scorso anno guidava ad interim e che da adesso controlla in via esclusiva.

Una decisione che sembrava comunque essere già nell’aria da tempo dal momento che le frizioni tra questo burocrate e l’attuale amministrazione comunale targata Movimento 5 Stelle erano quasi all’ordine del giorno. Clamoroso quanto accaduto ad esempio in occasione dell’ultimo bilancio approvato nel maggio scorso quando ci fu un emendamento dei grillini che ebbe proprio il parere negativo di Luppino, il quale venne senza mezzi termini attaccato. Il sindaco Domenico Surdi parlò di “atteggiamento ambiguo per pareri che hanno l’impronta politica e non tecnica”.

Non meno tenero l’assessore al Personale Fabio Butera che evidenziò da una parte la scelta incomprensibile del dirigente, salvo poi metterci diplomaticamente una pezza dicendo che queste divergenze facevano parte di una “naturale dialettica”. Questa staffetta al vertice della Direzione ai Servizi finanziari è stata possibile in seguito all’atto di interpello che fece l’amministrazione per sondare la disponibilità di altri dirigente a ricoprire tale incarico ed a cui ha risposto la sola Tiziana Vinci.

Con proprio decreto il primo cittadino ha provveduto a questo incarico giustificandolo in questo modo: “Si può attribuire l’incarico – scrive – tenuto conto dei requisiti culturali, di professionalità e competenze tecniche possedute da Tiziana Vinci, così garantendo la rotazione della funzione di responsabile del servizio finanziario senza inficiare i principi di buon andamento e continuità dell’azione amministrativa che, nello specifico settore che ci occupa, mirano a tutelare l’equilibrio di bilancio attraverso l’attribuzione dell’incarico di responsabile del servizio finanziario a soggetti muniti di competenze professionali adeguate”.

Altra modifica nell’assetto burocratico la nomina ad interim di Giuseppe Fazio alla guida della Direzione 6 “Cultura, promozione turistica e attività sportive”, già a capo della Direzione 7 della Polizia municipale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui