Home CRONACA Partinico e Cinisi, intercettazioni choc nelle palestre: doping anche a ragazzini

Partinico e Cinisi, intercettazioni choc nelle palestre: doping anche a ragazzini

2380
0

Emergono nuovi particolari dall’operazione dei Nas denominata “Baronessa di Carini” su un presunto giro di doping in particolare in due palestre, una di Partinico e l’altra di Cinisi. Ciò che trapela non è solo il giro molto costoso di anabolizzanti ed il loro uso indiscriminato, ma il loro utilizzo anche su atleti ragazzini.

E’ successo alla “Free time” di Partinico che aveva come riferimento un infermiere di 39 anni, il quale era deputato a somministrare questi farmaci. Dall’intercettazioni ambientale fatta alla palestra partinicese il titolare Gaspare Aiello, 30 anni, risulta aver dato ad un ragazzo una partita di farmaci anabolizzanti costati 270 euro e preannuncia che l’infermiere sarebbe venuto in giornata per somministrarli.

Nella palestra di Cinisi invece discutono due degli indagati ed uno loro si fa scrupoli, sostenendo che è rischiosa la somministrazione eccessiva nei confronti di un ragazzino: “Un si po sminchiari” si sente dalle conversazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui