Home CRONACA Castellammare del Golfo, in giro per le lasagne della mamma: non era...

Castellammare del Golfo, in giro per le lasagne della mamma: non era vero, conviventi denunciati

2444
0

In giro con un’auto sequestrata e con patente di guida revocata. per di più hanno provato a raggirare i poliziotti che li hanno fermati ad un posto di blocco, inventando loro la storia di essere in giro per ritirare le lasagne fatte in casa dalla mamma. In realtà non era vero nulla e per i due conviventi di Castellammare del Golfo adesso sono guai. Sono stati infatti denunciati dalla polizia stradale con una sfilza infinita di accuse: false dichiarazioni sull’identità personale propria e altrui, sostituzione di persona, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, favoreggiamento personale e violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale.

Ad essere finiti nel mirino degli agenti della Polstrada di Alcamo Ornella I., 36 anni, e il compagno Stefano D.F., 39 anni: hanno provato a fare una furbata e alla fine gli si è ritorta contro. I due sono incappati in un posto di blocco a Castellammare del Golfo. Una volta fermati agli agenti hanno raccontato di essere diretti dalla madre della donna per ritirare le lasagne fatte in casa.

L’uomo alla guida, non avendo documenti al seguito, dichiarava di averli dimenticati a casa e forniva delle false generalità oltretutto confermate anche nell’autocertificazione che esibiva; dati che successivamente veniva appurato che erano invece le generalità del fratello. La donna che era con lui confermava le false generalità del compagno: una volta scoperta la bugia ai due venivano contestate le violazioni delle disposizioni atte al contenimento del rischio epidemiologico, vista la mancanza delle condizioni di necessità o urgenza dello spostamento; false dichiarazioni sull’identità personale propria e altrui e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

La 36enne oltretutto veniva denunciata anche per favoreggiamento personale, per aver aiutato il compagno ad eludere gli accertamenti avviati per appurarne la reale identità. Il conducente, inoltre, veniva denunciato per guida senza patente e il veicolo sequestrato ai fini della confisca, e per violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale a cui era sottoposto: in pratica gli è stato contestato di essersi allontanato dalla sua abitazione senza avere preventivamente informato il commissariato di polizia.

 

SOSTIENICI

Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza sanitaria noi di Partinicolive lavorariamo senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulla epidemia di Covid-19.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui