Home ENTI LOCALI Partinico, i precari fuoriusciti in un limbo: restano in servizio, ritardi dalla...

Partinico, i precari fuoriusciti in un limbo: restano in servizio, ritardi dalla Regione

606
0

In 27 precari fuoriescono dal bacino del Comune di Partinico. Hanno avanzato richiesta alla Regione per ottenere l’incentivo che prevede in caso di opzione di fuoriuscita la liquidazione immediata di 5 anni di stipendi che avrebbero maturato come se rimanessero in servizio. Già a maggio scorso i loro nominativi risultano ufficialmente nel decreto emesso dall’assessorato regionale alle Autonomie locali come aventi diritto a questa fuoriuscita.

Eppure restano in un limbo, “costretti” ancora oggi a rimanere intruppati negli uffici comunali. In pratica la Regione deve ancora appostare in bilancio le somme necessarie da liquidare a questi lavoratori, in più deve formalizzare una convenzione con la Banca San Paolo dove accreditare questi soldi e permettere quindi ai precari in uscita di avere la somme pattuite. I lavoratori partinicesi cominciano a mugugnare:

“Io ho una sola vita – racconta uno dei 27 precari che hanno ottenuto l’ok alla fuoriuscita dal bacino – e non posso continuare a perderla dietro a una stabilizzazione che non arriva mai”. “Si continua a prendere tempo e la situazione appare ancora poco chiara” racconta visibilmente contrariato un altro lavoratore. Partinico in questa schiera di fuoriusciti conta il più alto numero di lavoratori rispetto a tutte le altre pubbliche amministrazioni siciliane.

Parliamo in tutti i casi di lavoratori compresi tra i 48 ed i 59 anni, il cui stipendio tabellare annuo oscilla tra i 9 e i 16 mila euro, il cui costo annuo si aggira sui 350 mila euro. Dunque, per effetto di questa opzione, ognuno di loro incasserà anticipatamente una liquidazione di 5 anni di attività, per cui a ciascuno di essi andrà tra gli 45 e gli 80 mila euro.

Complessivamente per questa operazione la Regione uscirà di tasca per i soli lavoratori di Partinico che hanno opzionato per la fuoriuscita ben 1 milione 712.176,95 euro. Proprio in questi giorni l’assessore regionali alle Autonomie locali, Bernardette Grasso, ha provato a tranquillizzare tutti: “Sta per concludersi l’iter che consentirà di lasciare il bacino del precariato della Regione Siciliana a quei lavoratori che lo hanno scelto. L’indennità sarà erogata a breve dall’istituto di credito selezionato, non appena saranno espletati gli adempimenti legati alla relativa cessione dei crediti”.

SOSTIENICI

Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza sanitaria noi di Partinicolive lavorariamo senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulla epidemia di Covid-19.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui