CRONACA

Partinico, fuori pericolo il romeno “pestato”, denunciato l’aggressore



Sarebbe fuori pericolo il cittadino di nazionalità romena che domenica sera è stato pestato a sangue da un suo connazionale. Oggi i medici del reparto di rianimazione dell’ospedale civico di Partinico, dove V.P. di 30 anni, è attualmente ricoverato, dovrebbero sciogliere la prognosi. Al pronto soccorso del nosocomio partinicese, V.P. era giunto privo di sensi a causa di una emorragia cerebrale provocata dai pugni e dalle percosse subite dal suo aggressore, e con il volto tumefatto. Fortunatamente, grazie alle cure immediate ricevute dai sanitari, le sue condizioni sono sensibilmente migliorate ed adesso non sarebbe più in pericolo di vita. E’ stato invece denunciato a piede libero il suo aggressore, un romeno che gli uomini del commissariato di polizia di Partinico sono riusciti ad identificare e a rintracciare dopo che lo stesso si era dato alla macchia. Per lui l’accusa è di aggressione aggravata e non di tentato omicidio come inizialmente ipotizzato. Il pestaggio è avvenuto domenica scorsa, intorno alle 23, nel centralissimo Corso dei Mille, in prossimità di due locali, dove i due stranieri avevano trascorso del tempo e bevuto qualche bicchiere di troppo. Entrambi, infatti, erano in totale stato di ubriachezza, quando, da un diverbio scaturito per futili motivi, sono passati direttamente alle mani. I due si sono colpiti violentemente a vicenda, ma ad avere la peggio è stato il 30enne finito in ospedale anche con diverse fratture maxillo facciali e il setto nasale rotto. Una lite violentissima che avrebbe potuto degenerare e provocare conseguenze ben più gravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.