CRONACAVIDEO

Corleone, operazione Grande Passo, il video delle intercettazioni



E saltano fuori anche i contatti tra mafia e politica. Contatti su cui le verifiche degli investigatori sono ancora in corso.



Antonino Di Marco, considerato il personaggio chiave dell’inchiesta sfociata oggi nel blitz fra Palazzo Adriano e Corleone, è stato pedinato per mesi. Era uno che si muoveva parecchio. Tra le sue trasferte registrate dai carabinieri del Gruppo Monreale ci sono pure quelle per incontrare, a Palermo, Carmelo Cuccia, sindaco di Palazzo Adriano, e Nino Dina, deputato regionale dell’Udc e oggi presidente della commissione Bilancio dell’Assemblea regionale siciliana.


Nel primo caso le microspie hanno intercettato Di Marco mentre ripassava le parole che avrebbe dovuto pronuncia davanti al primo cittadino. Nel secondo, l’insospettabile custode del campo sportivo è stato filmato mentre entrava nella segreteria politica di Dina. Su questi contatti sono in corso gli accertamenti della Procura.

IL VIDEO

video

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button