CRONACAVIDEO

Monreale, Alessandro Caravello non non ce l’ha fatta dopo una notte di agonia, IL VIDEO



Le sue condizioni si erano sin da subito rivelate gravissime. Quell’impatto terribile contro un pullman regionale in sosta aveva provocato un pesantissimo trauma cranico, emorragie interne e la frattura scomposta del femore. Alessandro Caravello, 22enne di Monreale, dopo una notte di agonia non ce l’ha fatta. Ha lottato con tutte le sue forze contro la morte, ma le ferite erano troppo gravi ed è spirato in ospedale, dove era stato trasportato in codice rosso.
Le ambulanze del 118 intervenute in via Ernesto Basile, dove è avvenuto lo schianto, hanno condotto in ospedale anche la ragazza di diciannove anni che viaggiava sullo scooter insieme a lui. Si tratta di Stefania Comito, sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e adesso ricoverata in prognosi riservata al Policlinico di Palermo. Al Civico sono nel frattempo arrivati i parenti di Alessandro, i medici hanno comunicato loro la notizia della morte cerebrale del giovane ed ha preso campo la disperazione. Quella che doveva infatti essere una giornata di festa si è trasformata in tragedia.



Un fulmine a ciel sereno per la famiglia del ragazzo, che ieri stava tornando a Monreale per festeggiare coi parenti l’anniversario di matrimonio dei genitori. Ma il tratto di strada compreso tra l’ingresso per la cittadella universitaria ed il semaforo gli ha teso una trappola terribile. Il suo motociclo ha terminato la corsa contro la parte posteriore del pullman e il giovane e la sua amica sono stati sbalzati con violenza sull’asfalto. I soccorsi hanno trovato i due giovani sull’asfalto, sanguinanti.

E nonostante la corsa disperata in ospedale, Alessandro non ce l’ha fatta. Il giovane faceva il venditore ambulante, nella zona tra Aquino e Monreale lo conoscevano in tanti: “Questo paese piange un’altra vittima della strada – scrive su Facebook Mario Scimone dedicando un pensiero al giovane – e stavolta a volare in cielo è un dolce angelo, un ragazzo che amava la propria famiglia e conosceva bene lo spirito di sacrificio”.

Le indagini della sezione Infortunistica della polizia municipale sono tuttora in corso per stabilire cosa possa abbia fatto perdere il controllo dello scooter al 22enne e ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente che gli è costato la vita. L’ennesimo di un elenco di sangue che continua a macchiare le strade palermitane.
IL VIDEO SUBITO DOPO L’INCIDENTE

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button