CRONACA

Accoltellamento a Montelepre, grave uno dei feriti, individuati gli autori



Restano gravi le condizioni di uno dei tre uomini accoltellati ieri pomeriggio al culmine di una lite scoppiata all’interno di un autoparco edile di Montelepre. Il malcapitato si chiama Massimo Buscemi, 34 anni. I fendenti lo hanno raggiunto ad un rene compromettendo le funzionalità dell’organo. Gli altri feriti sono Pietro Temperino di 40 anni e Giuseppe Buscemi di 37. Le loro condizioni di salute non destano particolari preoccupazioni anche se per Buscemi il quadro clinico resta serio.



Altre due persone hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. Si tratta di Giosuè Bonì di 35 anni e Giuseppina Cardillo di 40, dimessi dopo che i sanitari del pronto soccorso di Partinico hanno medicato le ferite causate da colpi di bastone.

Individuati gli autori del gesto. Sarebbero tre uomini di Partinico, anche se fonti ufficiose parlano di cinque presunti colpevoli, di cui gli inquirenti hanno secretato i nomi. All’origine del raid ci sarebbe una vendetta per una discussione legata ad un incidente stradale avvenuto in mattinata fra un autocarro e una vettura.

I presunti autori del raid sono stati bloccati dai carabinieri della Compagnia di Partinico. Uno di questi al momento dell’arresto è stato colto da malore e trasportato in ospedale. Decisive sono state le testimonianze delle vittime rese durante i soccorsi e il racconto di alcuni testimoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.