CRONACAVIDEO

Partinico, dal primo novembre rischio fornitura idrica, APS: arrivate le lettere di licenziamento



Questa mattina dipendenti Aps, sindacati e alcunmi sindaci dei 52 comuni gestiti dall’Aps hanno manifestato davanti Palazzo D’Orleans sotto la presidenza della Regione, una delegazione è stata ricevuta da Governatore Crocetta.
Intanto sono arrivate le lettere di licenziamento per i I 202 dipendenti della fallita Aps, a rischio la cessazione dell’acqua per 52 comuni a partire dal primo ottobre, infatti il contratto di lavoro per i dipendenti cessa il 31 ottobre, si sta cercando di trovare una soluzione per evitare disagi ai 500.000 abitanti.
Dal primo novembre reti e depuratori non verranno più gestiti e presidiati con conseguenti possibili sversamenti e danni igenico-sanitari ed ambientali. I lavoratori sono in sciopero Dal 14 ottobre ma la Regione pare che non abbia ancora trovato una soluzione.
Questa mattina a Palermo il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, che ha incontrato il presidente della Regione per parlare della situazione sull’impiego dei fondi europei da parte della Sicilia, in grave ritardo. I manifestanti hanno chiesto ed ottenuto un incontro che si è concluso spostando il caso a Roma seguito da Erasmo De Angelis, si parlerà del problema davanti a un tavolo tecnico, si spera di trovare una soluzione entro il giorno 31 ottobre.
L’INTERVISTA

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button