CRONACA

Gino Scasso, ricordiamolo così (VIDEO)



E’ stato un grande esempio di libertà, ha lottato per il territorio, per la salvaguardia dell’ambiente e per la tutela della salute dei cittadini Gino Scasso, ed oggi sono stati in tanti a rendere omaggio alla sua salma che è arrivata in paese intorno alle 11,30.
La camera ardente è stata allestita dal Comune di Partinico al Palazzo dei Carmelitani, dove all’arrivo del feretro, tra gli altri, hanno preso la parola il sindaco Salvo Lo Biundo, il Presidente del Consiglio Comunale Filippo Aiello e l’amico fraterno dell’insegnante scomparso, il Professore Salvo Vitale.
Il presidente di Legambiente Gino Scasso si è spento nel pomeriggio di sabato scorso, all’Ospedale Ingrassia di Palermo, dove 13 giorni prima era stato ricoverato nell’unità di rianimazione. L’ambientalista, infatti, lo scorso 9 novembre, è stato colpito da un ictus mentre si trovava alla guida della sua autovettura. Per quasi due settimane ha lottato tra la vita e la morte, ma il suo quadro clinico, sin da subito, non aveva fatto presagire nulla di buono. I medici del nosocomio palermitano, già nell’immediato, lo dichiararono clinicamente morto. Le sue attività celebrali erano quasi inesistenti e il suo cuore ha continuato a battare solo grazie ai macchinari che lo hanno tenuto in vita fino a sabato scorso.

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button