POLITICA

“Aps, bene la riorganizzazione Ma l’Ars vari in fretta la riforma”



Un appello al governatore Crocetta e all’Ars perché varino, in tempi brevi, la riforma del servizio idrico integrato. A lanciarlo Maurizio Terrani, della Uiltec, dopo che il commissario Francesco Greco ha proposto ai sindacati una riorganizzazione dell’ex Aps. Una proposta, quella di Greco, che ha l’obiettivo di fare ripartire settori strategici come il recupero crediti, le letture dei contatori (fondamentali per la fatturazione e l’incasso),e la gestione tecnica. Il piano prevede anche il trasferimento delle sedi in locali pubblici, lasciando così quelli in affitto come a Bagheria, Marineo, Partinico, Campofelice ma anche Palermo, dove il costo mensile è di 18.000 euro, andando alla sede dell’Ato idrico in via Roma (ex palazzo delle ferrovie) di proprietà della Provincia di Palermo.



“La prevista legge che doveva garantire gli 11 milioni fino alla fine del 2015 non è ancora stata esitata in commissione bilancio e di conseguenza non può andare in aula per l’approvazione – dice Terrani – inoltre ricordo che l’affitto del ramo di azienda e la relativa requisizione scadono il prossimo 30 gennaio. Bene la riorganizzazione messa in campo dal commissario Greco, con cui si sta provando a migliorare la struttura aziendale e nel contempo a ricavare delle economie attraverso la riduzione degli affitti delle sedi e l’internalizzazione di alcune attività tecniche (manutenzioni e letture). Facciamo un appello al Presidente Crocetta e a tutti i deputati perchè si possa varare prima della fine dell’anno la legge per la copertura economica di Aps e a seguire la legge di riordino dei servizi idrici in Sicilia”.

da LiveSicilia

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button