PRIMO PIANO

Partinico, caso acqua non potabile, denunciato il Sindaco



Non poteva iniziare peggio l’anno per i cittadini di Partinico. Con nota del 30/12/14 arrivata in Comune nella stessa data, l’Ato idrico Palermo I , comunicava al Comune di Partinico che le acque del territorio rilevavano parametri microbiologici anomali, e dunque non utilizzabili e non idonee al consumo umano , e successivamente l’ASP di Palermo spediva una nota di sollecito chiedendo al comune quali provvedimenti avesse adottato . Nessuna risposta da parte del comune. Dal 30 dicembre al 6 gennaio, ben sette giorni, cittadini inconsapevoli hanno utilizzato l’acqua comunale senza sapere che questa fosse non idonea al consumo umano per una contaminazione le cui cause sono ancora da individuare , come è da individuare quali sostanze erano o sono ancora adesso, presenti nell’acqua. Si parla di batteri , ma ne sapremo di più nei prossimi giorni quando verranno resi pubblici gli esiti delle analisi . Per questo motivo , Salvatore Costanzo in qualità di Presidente del circolo “Peppino Impastato” , Gianluca Ricupati e Valentina Speciale in qualità di consiglieri comunali e Davide Galati, passato alle cronache di recente per aver salvato una bambina in mare , decidono di presentare una denuncia formale nei confronti del Sindaco pro-tempore Salvatore Lo Biundo e tutti coloro che verranno ritenuti responsabili per aver messo a rischio la salute dell’intera cittadinanza , e chiedono all’intera cittadinanza di far propria la denuncia , firmarla e presentarla di conseguenza , facendosi parte attiva .
E’ solo la prima di una lunga serie di denunce, prosegue Davide Galati, che ho intenzione di presentare insieme ad un altissimo numero di firmatari, contro il comune di Partinico per non per non interessarsi minimamente all’inquinamento ambientale e alla salute dei suoi cittadini. Non ci bastava il fetore perenne che accompagna le nostre giornate e l’immondizia per le strade , adesso neanche l’acqua è più buona . Metà popolazione colpita da gravissime patologie e non si è mai avviata un’indagine epidemiologica, credo sia una cosa vergognosa. E’ ora di muoversi. Abbiamo già sopportato troppo questo stato di cose.
L’ATTO DI DENUNCIA
denuncia1
denuncia2



La lettera dell’ATO
lettera-ato


Nove consiglieri comunali di minoranza segnalano la situazione al Prefetto di Palermo Francesca Cannizzo. Con la nota, i consiglieri intendono informare il prefetto “ritenendo il comportamento del sindaco, in grave difformità con le sue funzioni di “autorità sanitaria locale” e con quanto disposto dall’art.54 del Testo unico Enti locali.”
Il documento è firmato dai consiglieri Michele Chimenti, Francesco Gioiosa, Salvatore Governanti, Rosetta Guida, Mauro Lo Baido, Francesco Lo lacono, Salvatore Rappa, Gianluca Ricupati, Valentina Speciale. Gli esponenti politici hanno allegato tutta la domenentazione inviata da Ato e Asp al comune.
prefettura

Potrebbero interessarti

1 commento

    1. Speriamo di no, comunque vanno prese misure urgenti di decontaminazione delle acque e denunciare i mancati controlli

  1. Vergognoso io informo i vigili urbani giorno 6 che l’acqua presso la fontana era aperta senza nessuna scritta e non fanno niente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button