CRONACA

Partinico, l’auto in fiamme era a gpl, fuoco e boato (FOTO)



Inquietante messaggio intimidatorio, questa notte a Partinico in via Moro, nei pressi di “Porta Alcamo”, ai danni di un insegnante del Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo. Ignoti, intorno all’una e cinquanta, hanno rotto il lunetto posteriore della sua Dacia Sandero, inondato gli interni di liquido infiammabile e appiccato il fuoco.



Nel giro di pochi minuti, le fiamme hanno completamente avvolto l’autovettura, che è andata distrutta.
La Dacia Sandero è intestata a una pensionata 53enne, moglie del professore di musica. Quest’ultimo è colui che effettivamente la utilizza e che è ritenuto dagli investigatori il bersaglio dell’attentato incendiario.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del locale distaccamento e gli uomini del commissariato di polizia che indagano sull’accaduto. Per i pompieri è stato un intervento difficile ed anche pericoloso. Già, perché la macchina presa di mira dai malviventi era dotata di impianto gpl, la cui fuoriuscita di gas ha provocato anche una piccola esplosione e lunghe scie di fuoco che, oltre a minacciare gli stessi operatori in servizio, hanno provocato danni anche all’impianto di illuminazione pubblica, rendendo necessario l’ausilio di una squadra tecnica dell’Enel che, ha rimesso in sicurezza i cavi colpiti dalle fiamme.


LE FOTO
IMG-20150129-WA0002

IMG-20150129-WA0003

IMG-20150129-WA0004

fonte teleoccidente

Potrebbero interessarti

1 commento

  1. La macchina Dacia Sandero gpl 75 cv era di mia moglie comprata appena 22 mesi fa con i requisiti di legge 104/92 poichè per disgrazia la stessa è affetta da una lesione midollare e chi ha compiuto questo infame gesto sapeva benissimo che la vettura era ad uso di mia moglie e delle mie tre figlie maggiorenni. Io sono proprietario di una BMW serie M1 da 25 anni . Non posso dirvi di più , semplicemente abbiamo chiesto i nostri diritti denunciando gravi reati ambientali e di abusivismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button