PRIMO PIANOVIDEO

Scoppia l’emergenza rifiuti, protestano dipendenti Ato PA2 – A Partinico il Commissario incontra i sindacati (VIDEO)



Si ferma il servizio di raccolta dei rifiuti nei 17 comuni dell’Ato Palermo 2, i lavoratori tornano a protestare davanti alla Prefettura per far sentire a gran voce il disagio di 276 famiglie.
La vertenza dell’Alto Belice Ambiente è praticamente esplosa. Nonostante, infatti, la nomina del commissario straordinario da parte della Regione, il curatore fallimentare ha ribadito ancora una volta l’impossibilità ai dipendenti di proseguire l’attività lavorativa. I sindacati chiedono “l’autorizzazione dell’esercizio provvisorio da parte del tribunale o il passaggio immediato dei lavoratori alle Srr”.
Alla Regione, l’assessore all’Energia Vania Contraffatto ha istituito un tavolo permanente per individuare una soluzione dopo la dichiarazione di fallimento.
Critica dunque la situazione igenico-sanitaria in 17 comuni del palermitano.
A Pioppo, frazione di Monreale, si contano già tonnellate di rifiuti. Ieri il sindaco Piero Capizzi ha lanciato un appello alla cittadinanza, invitando tutti a non conferire nei cassonetti fino a quando la situazione non si sbloccherà.
Mentre a San Giuseppe lato, il sindaco Davide Licari è pronto a firmare l’ordinanza ex articolo 191 per superare l’emergenza, una decisione maturata dopo gli incontri nei “palazzi del potere” che però non hanno portato ad alcuna soluzione.



E dall’altro lato l’Ato PA1 questa mattina il Commissario ha incontrato le organizzazioni sindacali a Partinico


Il neo commissario Straordinario dell’Ato Rifiuti Palermo 1, Raffaele Di Salvo, ha ricevuto, nella sede di Partinico, le organizzazioni sindacali per affrontare gli atavici problemi di liquidità della società d’ambito territoriale a discapito dei dipendenti e degli interinali che lamentano ritardi nei pagamenti.
La storia è quella di sempre. I comuni soci non versano regolarmente le quote dovute per il servizio di raccolta e la Servizi Comunali Integrati si ritrova a non poter garantire regolarmente i salari ai lavoratori.
Fresco di nomina, per Di Salvo, si è trattata di una riunione ricognitiva, ma Nino Celona della Uil, cui interessa solo il futuro occupazionale di tutti i lavoratori, gli ha proposto di alzare, da subito, la voce agli amministratori che presto traghetteranno nelle Srr.

Vi proponiamo il video, le interviste degli operai nervosi pronti a una battaglia e l’intervista al Commissario Straordinario Raffaele Di Salvo

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button