CRONACAPRIMO PIANO

Partinico, alla processione della patrona una banda di Balestrate: un “dietro le quinte” surreale



A Partinico tutto è possibile, persino che la festa in onore della patrona, la Madonna del Ponte, diventi terreno di scontro per la politica in chiave di prossime elezioni: quelle regionali di novembre e quelle amministrative della prossima primavera del 2018.



Non sarà probabilmente passato inosservato il fatto che dietro il simulacro della “Bedda matri”, durante la processione di ieri sera, non c’era nessuna delle due bande della città ma quella di un paese vicino, la “Vincenzo Bellini” di Balestrate (nella foto). C’è una ragione “politica” dietro a quanto accaduto. Una storia da dietro le quinte che ha davvero dell’incredibile e che nasce dalla disponibilità data dal presidente del consiglio Filippo Aiello di far suonare alla manifestazione la banda “Anton Bruckner” di cui aveva già avuto la disponibilità ad esibirsi.


Ma all’interno della deputazione della Madonna del Ponte c’è stato un veto: non sulla banda in sè quanto sulla disponibilità di Aiello vista come intenzione di “mettersi in mostra” perchè uno dei papabili candidati sindaco alle prossime amministrative. Insomma, lasciargli questa “medaglia” di aver dato gratuitamente la disponibilità dell’esibizione della banda alla festa del paese era stata non ben vista.

Qualcuno dei deputati della Madonna del ponte avrebbe anche detto riferendosi al presidente del consiglio: “Non vogliamo la sua elemosina”. Ma 24 ore dopo ci sarebbe stato un ripensamento: considerati i tempi stretti però nè la banda “Bruckner”, nè quella “Toscanini” contattata come ripiego, avrebbero accettato. Alla fine l’arciprete della città, Monsignor Salvatore Salvia, è stato costretto a cercare dai paesi vicini qualche banda che fosse disponibile, riuscendo a trovare la “Bellini” di Balestrate.

Il tutto comunque grazie sempre alla donazione economica di circa mille euro data dal presidente del consiglio e dall’ex vicesindaco Gioacchino Albiolo. Insomma, una storia ai limiti del surreale: neanche la Madonna del Ponte riesce nel miracolo di mettere tutti d’accordo a Partinico.

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button