CRONACAPRIMO PIANO

Partinico, a fuoco centro migranti e abitazione per cause accidentali: panico e paura



Paura per due incendi che potevano davvero avere delle tragiche conseguenze. Solo il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio in un centro di seconda accoglienza per migranti e in un’abitazione alla periferia della città. Il primo episodio si è verificato in via Bari, in un immobile che un tempo ospitava la compagnia della guardia di finanza e che oggi invece è diventato un centro di accoglienza per extracomunitari.



Gli stessi ospiti hanno ammassato vestiti e lenzuola sopra una lavatrice, all’interno del locale lavanderia. Una scintilla, partita dall’elettrodomestico, ha raggiunto i capi che in pochi secondi sono stati avvolti dalle fiamme. Sono stati attimi davvero di grande panico con i migranti, una decina all’incirca, che hanno avuto la prontezza di riflessi di uscire subito da casa per catapultarsi fuori. Nell’arco di pochi minuti sono giunti sul posto i vigili del fuoco del locale distaccamento che hanno spento il rogo appena in tempo, prima cioè che potesse danneggiare la struttura.

Ad intervenire anche i carabinieri. Alla fine i danni sono stati contenuti al solo elettrodomestico e al vano lavanderia con qualche parete annerita e nulla di più. I migranti hanno quindi potuto fare rientro dopo qualche ora. L’altro incendio invece ha riguardato un’abitazione di contrada Turrisi. In questo caso a rischiare è stata una donna che si trovava all’interno, proprietaria dell’immobile. L’incendio qui è divampato per un’evidente distrazione della stessa donna che ha poggiato degli indumenti sopra una stufa che riteneva aver spento.

Invece nell’arco di pochissimo tempo i vestiti poggiati sopra l’elettrodomestico hanno preso fuoco. Anche in questo caso è stato provvidenziale l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Partinico che si sono avvalsi anche della collaborazione dei colleghi di Palermo. L’operazione è stata molto veloce e proprio questo ha salvato l’immobile da danni sicuramente peggiori. Nell’arco di mezz’ora i pompieri hanno spento tutto e messo in sicurezza l’abitazione. Anche qui i danni si sono circoscritti all’elettrodomestico, a qualche indumento e a delle pareti annerite e nulla di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.