AGRICOLTURAPRIMO PIANO

Partinico, viticoltori in ginocchio: le muffe hanno mandato in fumo il 70% del raccolto



In ginocchio i viticoltori a Partinico e nell’hinterland. Giungono dati drammatici riguardo alla raccolta delle uve, prodotto d’eccellenza del territorio messo a durissima prova dal clima poco propizio e sicuramente non ideale che si è verificato a cavallo tra agosto e questi primi giorni di settembre.



Secondo la Cia, confederazione italiana agricoltori, nella zona del partinicese chi non ha utilizzato nella propria vigna prodotti chimici, per contrastare le terribili muffe della peronospora e oidio, si sono registrate addirittura perdite di raccolto con punte del 70 per cento.

Numeri che stanno spingendo alcuni coltivatori, addirittura, a non raccogliere i grappoli perché non conviene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.