ENTI LOCALIPRIMO PIANO

Trappeto, banche desaparecidos: si salva soltanto lo sportello bancomat



L’ultima banca chiuderà ma almeno si salva lo sportello. Possono tirare un sospiro di sollievo i cittadini trappetesi, specie quelli più anziani, allarmati dall’oramai imminente chiusura dell’ultimo istituto di credito che si sarebbe portato dietro anche l’ultimo sportello bancomat sopravvissuto a questa lunga onda della crisi economica.



In seguito ad un incontro che si è tenuto tra l’amministrazione comunale e i vertici della Banca Don Rizzo, per l’appunto l’ultimo istituto bancario del paese che ha chiuso definitivamente i battenti proprio oggi, 31 ottobre, è stato deciso che si manterrà lo sportello bancomat. Motivo per cui almeno le operazioni essenziali che garantisce lo sportello saranno salve, come il contante, lo scambio degli assegni o altri pagamenti tramite bollettini.

A darne notizia il sindaco Santo Cosentino a conclusione dell’incontro avuto con il direttore generale della Don Rizzo, Sergio Amenta. Nessun passo indietro oramai sulla già decisa chiusura della filiale ma almeno si salva un servizio minimo per chi non ha possibilità di spostarsi con la macchina o ad esempio per le migliaia di turisti e villeggianti che ogni estate affollano il paese:

“Il servizio bancomat Don Rizzo – precisa il sindaco – verrà comunque garantito alla nostra cittadinanza e il Comune metterà a disposizione dei locali di proprietà per l’ubicazione dello sportello. Risultato in parte ottenuto, considerata la preoccupazione che oltre alla chiusura dell’istituto si precludeva anche la chiusura dello sportello bancomat”.

Nel frattempo il primo cittadino ha incassato anche un’apertura dell’istituto di credito nel continuare a garantire per il municipio il servizio di Tesoreria che già da tempo è in regime di proroga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.