Home AGRICOLTURA Partinico e hinterland, idea “Distretto del cibo”: prove tecniche con i Comuni...

Partinico e hinterland, idea “Distretto del cibo”: prove tecniche con i Comuni e il Gal

998
0

Il consigliere comunale di Partinico Renzo Di Trapani ha scritto ai sindaci del comprensorio lanciando un appello affinchè si dia vita al “Distretto del cibo” recentemente riconosciuti con decreto regionale.

“E’ un’importante occasione di sviluppo e di promozione del territorio – afferma Di Trapani – che necessita, per la sua costituzione, di un’azione sinergica tra tutti gli attori del nostro territorio, in particolare delle amministrazioni locali e degli organismi associativi già esistenti e di cui fanno parte, come il Gal”. Oltre ai Comuni possono fare parte del ‘Distretto del cibo’ tutte le imprese agricole, sia singole che associate nelle varie forme previste dalla legge: società, cooperative, aggregazioni ed organizzazioni di vario tipo”.

LA LETTERA INTEGRALE DEL CONSIGLIERE RENZO DI TRAPANI

Al Sig.    Sindaco del Comune di Partinico – Maurizio De Luca

Ai Sigg. Sindaci dei Comuni di Carini, Capaci, Isola delle Femmine, Torretta, Cinisi, Terrasini, Montelepre, Giardinello, Borgetto, Balestrate, Trappeto, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Monreale, Camporeale, Alcamo, Castellammare del Golfo

Al Sig.    Presidente del GAL Golfo di Castellammare

Al Sig.    Presidente del GAL Terre Normanne

Oggetto: Distretti del Cibo.-

Egregi Sigg. Sindaci e Presidenti dei GAL,

come è noto, l’Assessore Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, con proprio decreto n. 12 del 4 febbraio 2019, ha promosso la costituzione dei Distretti del cibo.

Il Distretto del cibo ha la finalità di promuovere lo sviluppo territoriale, salvaguardare il paesaggio rurale e il territorio nel suo complesso, favorire l’integrazione tra le diverse attività agricole ed agroalimentari, valorizzare le produzioni agroalimentari di qualità, favorire l’aggregazione delle filiere agroalimentari con imprese di altre filiere produttive.

Possono fare parte del Distretto del cibo tutte le imprese agricole, sia singole che associate nelle varie forme previste dalla legge (società, cooperative, aggregazioni ed organizzazioni di vario tipo).

Possono altresì fare parte del Distretto del cibo i Comuni, i Gruppi di Azione Locale, gli enti pubblici, le organizzazioni professionali di produttori agricoli, le associazioni di categoria, le imprese del settore ittico e della pesca, le imprese che operano nel settore turistico, le organizzazioni che operano nel settore della promozione del territorio per la valorizzazione del patrimonio monumentale, naturale e paesaggistico.

Il Distretto del cibo, una volta costituito, verrà riconosciuto secondo le modalità che saranno previste in un apposito avviso dell’Assessorato regionale dell’Agricoltura ed inserito nel Registro nazionale dei Distretti del Cibo, tenuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo che emanerà un apposito bando finalizzato a sostenere le iniziative dei Distretti.

E’ abbastanza evidente che il Distretto del cibo costituisce una importante occasione di sviluppo e di promozione del territorio che necessita, per la sua costituzione, di una azione sinergica tra tutti gli attori del nostro territorio, in particolare delle amministrazioni locali che sono chiamate, anche attraverso gli organismi associativi già esistenti e di cui fanno parte (GAL), a svolgere una azione propulsiva e di aggregazione delle realtà imprenditoriali presenti nel territorio.

Confidando nella Vostra attenzione e nella Vostra sensibilità verso questa opportunità di crescita e di sviluppo, si invitano le SS.LL. ad adoperarsi per la costituzione di un Distretto del cibo ovvero per la partecipazione del nostro territorio ad un più ampio Distretto.

Rimanendo disponibile per qualsiasi ulteriore chiarimento, si porgono distinti saluti.

Il Consigliere Comunale

(Lorenzo Di Trapani)

var url73473 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=439&evid=73473”;
var snippet73473 = httpGetSync(url73473);
document.write(snippet73473);

SOSTIENICI

Caro lettore, Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e che ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui