CRONACAPRIMO PIANO

Partinico, “intestò impresa fittiziamente”: assoluzione per Benny Valenza e altri due



Benedetto “Benny” Valenza (nella foto) di Partinico, Filippo Scrozzo e Giuseppe Giaimo, entrambi di Borgetto, sono stati assolti dall’accusa di intestazione fittizia. Secondo quanto riporta LiveSicilia il tribunale di Palermo li ha assolti nell’ambito di una vicenda che avrebbe interessato un’impresa, la “Eurocalcestruzzi”.



Secondo l’indagine patrimoniale che scattò nel 2014 su Valenza, sarebbe emerso che l’imprenditore del settore edile avrebbe intestato fittiziamente a Scrozzo e Giaimo un’impresa che nei fatti sarebbe stata condotta da lui per sfuggire alla misura di prevenzione. Per il tribunale di Palermo però non ci fu alcun raggiro e quindi non ci sarebbe stata alcuna intestazione fittizia.

Valenza, pur essendo stato assolto dall’accusa di mafia oramai 19 anni fa, è sempre stato ritenuto un uomo vicino ad ambienti di Cosa nostra ed in particolare ai fratelli Vito e Leonardo Vito, ergastolani perché accusati di diversi omicidi.  Tempo fa l’imprenditore partinicese è stato sotto sorveglianza speciale per questo motivo e destinatario anche di una confisca di beni e società a lui riconducibili.

var url73737 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=439&evid=73737”;
var snippet73737 = httpGetSync(url73737);
document.write(snippet73737);

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.