Home CRONACA Partinico, incidente mortale Alcamo est: la “verità” esclusiva della fidanzata di Fabio...

Partinico, incidente mortale Alcamo est: la “verità” esclusiva della fidanzata di Fabio Provenzano

96863
2

Il sogno di sposarsi era dietro l’angolo dopo 10 anni di fidanzamento. Nei loro programmi quello di andare a convivere con Francesco ed Antony. Un sogno che almeno in parte si è spezzato quella notte dello scorso 12 luglio, quando la Bmw del partinicese Fabio Provenzano si è schiantata con il muretto in cemento armato lungo l’autostrada Palermo-Mazara del Vallo, all’altezza dello svincolo di Alcamo est.

A raccontare questo sogno infranto è la stessa fidanzata di Provenzano, Valeria Vivona, 28 anni, alcamese, che ha deciso di rompere il silenzio nel quale si era chiusa per una scelta personale. Ha voluto affidare le sue parole ad una lettera aperta che esprime un mix di sentimenti tra rabbia, delusione, paura e disperazione.

Il suo Fabio ieri si è risvegliato dal coma farmacologico nel quale era rimasto “intrappolato” per l’appunto da quel tragico 12 luglio. Non è chiaro se i medici del Trauma center di Villa Sofia di Palermo, dove è ancora ricoverato, gli abbiano raccontato tutto quello che è accaduto e cioè che i suoi due figli che erano in auto con lui, frutto del primo matrimonio naufragato, sono entrambi morti a causa di quell’incidente.

Intanto dal suo risveglio l’equipe di sanitari ha potuto constatare che il giovane mostra irrequietezza e grande agitazione, per questo si è dovuto ricorrere a somministragli dei sedativi. Per il momento la prognosi resta riservata anche se i medici dicono che è fuori pericolo.

Il 34enne non dovrà subire più alcun intervento chirurgico, dopo quello alla milza e alla mascella, e dunque si dovranno semplicemente attendere i prossimi giorni per capire come l’organismo reagirà a questo risveglio e i tempi di recupero. Valeria Vivona intanto si lascia andare ad uno sfogo dopo aver dovuto incassare la tragedia per la morte dei due ragazzini e la paura di perdere anche il fidanzato.

ECCO LA LETTERA INTEGRALE INVIATA A PARTINICOLIVE

Fin ora non ho parlato e non ho risposto a nessun insulto o nessun commento cattivo, perchè l ultimo dei miei pensieri eravate voi!! Adesso dico basta!! Dico basta al mondo intero dico basta ai giornali dico basta alla cattiveria!! Sono 10 anni che sto con Fabio… Lui amava i suoi bambini, come un genitore sa amare i suoi figli!!! E i suoi bambini amavano il suo papà, come tutte le persone che lo conoscono sanno!!! I giornali hanno approfittato facendo scandalo!! Ma chi realmente sa la verità!?!!!! Neanch’io la so.. So solo che abbiamo sofferto come solo dio sa!! So che riporteremo questo tragico incidente a vita… So che quando lui saprà morirà dentro e per sempre!!! Siamo esseri umani e tutti sbagliamo, tutti!!!!nessuno e dico nessuno ha diritto di giudicare!! L’unica risposta che do sempre e continuerò a dare sempre: “Nessun genitore vuole il male dei suoi figli”… Fabio quella sera non era drogato come tutti dite, Fabio non ha mai voluto uccidere i suoi figli, Fabio viveva per loro!!! I giornali fanno il loro lavoro ma non sempre dicono o spiegano ciò che è vero!! Test positivo al 2 livello significa altro ma visto che siete così bravi a leggere fate come ho fatto io… Fate una ricerca su Google e vedete cosa significa…. Il dolore della mamma il dolore mio il dolore degli zii dei nonni sarà come quello che proverà lui quando si sveglierà… Adesso per favore lasciateci in pace perchè abbiamo già abbastanza dolore e rabbia dentro!! Il sogno di Fabio e di Francesco era di venire a vivere con noi, non facevano altro che dirmi ‘non vedo l’ora che vi sposate ed io vengo qui’ e come tutti ben sanno le mie porte erano aperte per tutti… Perchè i grandi siamo grandi ma i bambini non hanno nessuna colpa…”

SOSTIENICI

Caro lettore, Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e che ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

2 Commenti

  1. Viviamo in un mondo dove a giudicare e condannare siamo tutti bravi.
    Anche in questa. tristissima vicenda che ha distrutto le famiglie e buona parte degli amici e conoscenti e successo.
    Già dall’indomani si è parlato di Fabio come se fosse un mostro di padre.
    La verità, credo che l’abbia scritto con il cuore in mano la sua compagna, la madre dei due innocenti che hanno perso la vita.
    Tranne i rare eccezioni, di persone perfette e precise nel loro stile di vita, molti di noi usano il telefono mentre guidiamo, molti di noi porta la macchina anche dopo aver bevuto una birra o un bicchiere di vino ma anche due.
    Una cosa è certa, due più due fanno 4, ma a volte anche no.
    I quattro fattori principali che tutti abbiamo letto e commentato, possono essere stati determinati a causare l’incidente, alta velocità, telefonino, test tossicoligico e cinture di sicurezza non utilizzate.
    Secondo il mio parere ne manca uno che potrebbe essere un’altro fattore determinante che in questo caso, potrebbe essere anch’esso la causa di tutto, lo scoppio di un pneumatico, che con l’alta velocità non da scampo nemmeno a un pilota che sia in grado di intendere e volere.
    Poi magari sarò smentito da chi sta facendo le indagini, e criticato da coloro che non la pensano come me, cosa che mi accade spesso, però resto convinto che nessun padre sia così incosciente da rischiare la vita dei propri figli.
    Anche perché, quella strada Fabio l’ha fatta centinaia di volte facendo sempre le stesse cose sbagliate che ha fatto quella sera😔
    Vincenzo Raspanti

  2. Ti dò un consiglio : sei stata zitta fino adesso,ecco continua a stare zitta.Abbi la decenza di non parlare .Qui non si tratta di uno sbaglio ,uno sbaglio può essere una manovra sbagliata ,qui si tratta che un uomo ,un padre di due tredicenni li ha messi in macchina di notte ,senza cintura ,e si è messo a correre come un pazzo ,e mentre correva sotto effetto anche di alcool o droghe come hanno appurato,non contento ha anche preso il cellulare è si è messo a riprendersi in diretta sui social.Un padre di famiglia decente avrebbe guidato senza cellulare,avrebbe messo la cintura di sicurezza e usato i seggiolini per bambini,avrebbe guidato lucido e a velocità MODERATA .PUNTO.
    Il resto sono cazzate,quei bimbi sono morti per colpa del padre che è un assassino.Punto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui