CRONACAPRIMO PIANO

Terrasini, morte di Mike Nepa: per gli inquirenti “è stato immobilizzato alle caviglie”



Mike Nepa è stato immobilizzato prima di morire alle caviglie. Qualcuno gliele ha legate con del nastro adesivo. Questa la conclusione a cui sono arrivati i carabinieri e la Procura che stanno indagando sulla misteriosa morte dell’italo-americano di 84 anni, trovato senza vita nel suo appartamento a soqquadro di via Venezia a Terrasini.



Secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, Nepa sarebbe stato legato e poi liberato. Un’indiscrezione che già era emersa sin dalle prime battute dell’indagine: infatti vicino alle caviglie di Nepa era stato trovato del nastro adesivo e questo aveva fatto pensare al fatto che potesse essere stato immobilizzato.

L’anziano venne trovato morto sulla poltrona di casa lo scorso 9 settembre: a scoprire il corpo il collaboratore domestico che come ogni mattina si era recato in casa per preparargli la colazione. Secondo quanto accertato dai primissimi accertamenti dell’autopsia medico-legale, Nepa è deceduto a causa di un arresto cardiocircolatorio.

Gli inquirenti sono sempre più convinti che l’84enne possa essere morto di crepacuore a causa di un tentativo di rapina, o forse in seguito a delle percosse. Su quest’ultimo aspetto si attende il deposito della perizia autoptica: superficialmente non sono stati notati segni di violenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.