CRONACAPRIMO PIANO

Partinico, dall’Asp subappalto sospetto a 4 imprese: tutti assolti in appello



Due funzionari dell’Asp di Palermo sono stati assolti dalla corte d’appello di Palermo sulla vicenda del subappalto consegnato a tre imprese e una cooperativa di Partinico riguardanti i lavori all’ex ospizio Marino di Palermo.



“Il fatto non costituisce reato”: questa la formula, secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, con cui sono stati assolti Placido Bellavista e Antonino Agnello, rispettivamente direttore dei lavori e responsabile unico del procedimento.

Ribaltata quindi la sentenza di primo grado quanto invece i due furono condannati con le accuse di abuso d’ufficio e violazione delle norme sull’affidamento degli appalti: Bellavista ebbe 2 anni e 3 mesi  mentre Agnello due anni e mezzo. Secondo i giudici di seconda grado questa operazione anzi è servita a garantire un notevole risparmio di denaro pubblico, calcolato in circa il 50 per cento.

Originariamente la gara fu affidata ad una ditta del nord che però nel cantiere non mise mai piede proprio perchè fu girato tutto in subappalto a queste 3 ditte e una cooperativa partinicesi.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.