PRIMO PIANORELIGIONE

Partinico, 71 anni dalla morte di Pina Suriano: benedetta nuova campana del santuario



Al via da oggi a Partinico le celebrazioni per ricordare il 71° anniversario dalla scomparsa della beata Pina Suriano. Oggi l’apertura, all’interno del santuario intitolato alla stessa venerabile serva di Dio, con la benedizione della nuova campana dedicata alla beata su iniziativa dell’omonima congregazione.



La campana, del peso di 87 chili in struttura bronzea, riporta il volto della beata e sarà collocata nel campanile. Seguiranno da domenica una serie di celebrazioni ogni giorno alle 18,30 sino al 19 maggio, giorno dell’anniversario, quando sarà presente l’arcivescovo di Monreale, Michele Pennisi.

Sarà occasione in questi giorni per ricordare la figura della Venerabile Serva di Dio, morta a soli 35 anni. Pina Suriano è stata definita “straordinaria”, ricordata per la sua incessante attività nelle file dell’Azione Cattolica in anni in cui il contesto sociale e politico era molto difficile per la libera espressione del culto e delle proprie idee.

Sin dalla fanciullezza non risparmiò rinunzie e preghiere, digiuni e macerazioni per vocazione a “Gesù Eucaristia”, a cui fece voto di verginità e totale abbandono. Subito dopo la sua morte, il 19 maggio del 1950, la chiesa e le persone che sono sempre state accanto a Pina si accorsero della sua “Santità”. Venne proclamata beata nel 2004.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.