Home CRONACA Partinico, le motivazioni della condanna di Causarano: “Curava interessi di Nicastri”

Partinico, le motivazioni della condanna di Causarano: “Curava interessi di Nicastri”

3240
0

Giacomo Causarano sarebbe stato essenziale per portare avanti all’interno degli uffici dell’assessorato regionale gli interessi poco limpidi dell’imprenditore alcamese Vito Nicastri e del suo socio occulto Paolo Arata, faccendiere ed ex consulente della Lega.

Questa in sintesi la motivazione per cui il Gup ha deciso di condannare a 3 anni e 4 mesi di reclusione il partinicese, funzionario della Regione che avrebbe ricevuto delle mazzette proprio per accelerare i progetti di Nicastri.

Il nome di Causarano è venuto fuori dalle intercettazioni che hanno permesso alla Procura di fare luce su tale giro illecito di mazzette, corruzione e interessi poco leciti.

SOSTIENICI

Caro lettore, Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e che ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui