Home APPUNTAMENTI Partinico ricorda Danilo Dolci a 97 anni dalla nascita: domenica sit-in a...

Partinico ricorda Danilo Dolci a 97 anni dalla nascita: domenica sit-in a Largo Scalia

548
0

Il mondo dell’associazionismo e della cultura si mobilita per ricordare il 97° anniversario dalla nascita di Danilo Dolci, il sociologo triestino che si trapiantò tra Partinico e Trappeto portando avanti le sue teorie rivoluzionarie della ‘non violenza’ e riuscendo a fare realizzare importanti opere pubbliche come il centro studi del Borgo di Dio, la scuola Mirto e la diga Jato.

Domenica prossima, 27 giugno, l’associazione Inikon organizza un sit-in per ricordare la nascita di Dolci, avvenuta il 28 giugno del 1924 a Sesana. Punto d’incontro a Largo Scalia a Partinico, luogo simbolo dell’azione del sociologo, perché nell’omonimo palazzo ebbe sede il centro studi e iniziative e la prima radio libera italiana. Al sit-in parteciperanno esponenti dell’associazionismo locale, collaboratori di Danilo Dolci, amministratori locali e sopravvissuti dell’esperienza radiofonica.

«Un momento di memoria – commenta il presidente dell’associazione Inikon, Calogero Barretta – reso necessario dalle situazioni critiche che vive il nostro territorio, nel tentativo di rivitalizzare lo slancio ideale e i moduli creativi propri dell’azione di Dolci ora che la sua vita e le sue opere sono state definitivamente consacrate dalla storia e divenute patrimonio del mondo».

Il sit-in, in cui si intervalleranno momenti di riflessione a readings letterari, sarà inoltre occasione per presentare alla cittadinanza alcuni progetti preliminari sui quali la stessa associazione Inikon ha lavorato nel tentativo di valorizzare la lezione e la memoria di Dolci: il progetto di istituzione del ‘Premio Letterario Internazionale Danilo Dolci’, il progetto preliminare di istituzione del ‘Parco Letterario intercomunale’, un murales disegnato dall’artista Peppe Vaccaro da realizzare proprio a Largo Scalia nell’ottica di un più ampio progetto di rigenerazione dell’area, ed ancora il regolamento della partecipazione civica.

Saranno ripercorse le tappe storiche della vita di Dolci, a cominciare dallo “sciopero alla rovescia” che portò Partinico alla ribalta di tutta Italia per la sua disobbedienza civile. Una giornata che si concluse con l’arresto di Danilo Dolci e dei 7 lavoratori che in quel giorno del 1956 si misero a realizzare dei lavori, senza alcuna autorizzazione, per rendere transitabile la “Trazzera vecchia”.

Tra le moltissime battaglie si ricordano i digiuni in segno di protesta per la crescente povertà nel territorio e per far finanziare i lavori della diga sull’invaso Poma a disposizione dell’agricoltura del comprensorio, opera che si realizzò. Si ricorda anche l’sos lanciato attraverso l’abusiva radio dei ‘Poveri Cristi’ in favore delle popolazioni di alcuni paesi del Belice.

SOSTIENICI

Caro lettore, Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e che ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui