Home AMBIENTE Partinico, la missione di strappare l’ex Arena Lo Baido da vandalismo e...

Partinico, la missione di strappare l’ex Arena Lo Baido da vandalismo e degrado

826
0

I commissari prefettizi del Comune di Partinico provano a strappare dal degrado e dal vandalismo l’ex Arena Lo Baido, lo spiazzo nel cuore del centro storico che 15 anni fa fu riqualificato ma che non ha mai decollato come centro d’aggregazione, finendo per diventare preda di episodi di microcriminalità.

Per questo motivo si vuole dare in gestione questo polmone verde ad associazioni o singoli cittadini attraverso una manifestazione d’interesse che è stata pubblicata in questi giorni. In questo avviso si vuole assegnare l’area a verde di circa 3.700 metri quadrati dell’ex “Arena Lo Baido” e della galleria di collegamento con corso dei Mille. Il provvedimento è stato emanato in attuazione al regolamento sui beni comuni, approvato con delibera della stessa commissione straordinaria con i poteri del consiglio comunale del marzo scorso.

Il Comune di Partinico con l’approvazione del regolamento, ha dato attuazione all’ultimo comma dell’articolo 118 della Costituzione che recita: “Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà”. In Italia altri 248 Comuni hanno approvato il regolamento, tra cui in Sicilia, Catania, Ragusa, Acireale, Bagheria, e altri ancora.

Come indicato nell’avviso, le proposte di interesse devono essere mirate allo svolgimento di attività culturali e ludico ricreative, obiettivi da raggiungere attraverso un progetto specifico dove siano indicati in dettaglio: descrizione dell’ idea progettuale e degli obiettivi che si intendono raggiungere; durata del progetto-intervento nel suo complesso e, se singolarmente individuabili, delle varie attività e fasi; indicazione dei soggetti a cui è rivolto l’intervento (fasce di popolazione, caratteristiche, territoriali e dei soggetti da coinvolgere per la sua realizzazione).

«I patti di collaborazione – sostengono in una nota i commissari prefettizi – rappresentano lo strumento necessario per realizzare in forma condivisa la cura, la rigenerazione e la gestione dei beni comuni. E’ una formulazione che mette insieme cittadini e Amministrazione, le sole forze in grado di sapere cosa è necessario per realizzare nel modo migliore la cura condivisa dei beni comuni».

 

SOSTIENICI

Caro lettore, Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e che ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui