POLITICAPRIMO PIANO

Partinico, rinascono i fedeli di Totò Cuffaro: fondata la Democrazia Cristiana



A Partinico va verso la sua costituzione la nuova era della Democrazia Cristiana. Si è appena costituito un coordinamento aperto che traghetterà la formazione politica locale al congresso fissato per il prossimo settembre, per la scelta dei vertici del partito.



Tra i fondatori figurano Adriana Canestrari, Vincenzo Sollena e Salvo Campione, quest’ultimo già presidente del consiglio a Partinico. È stato il commissario regionale della Dc, l’ex presidente della Regione Totò Cuffaro, a dare mandato operativo ai fondatori di portare avanti tutti i vari passaggi per la nascita della formazione politica.

Cuffaro, già presidente della Regione e più volte assessore regionale, si è rituffato in politica negli ultimi tempi dopo i suoi guai giudiziari che lo hanno portato a scontare una condanna a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato alla mafia.

A Partinico questa  compagine assume un doppio valore, considerando che sulla carta fra poco più di un anno si potrà tornare alle elezioni, dopo un commissariamento per infiltrazioni mafiose del Comune. In una nota ufficiale il coordinamento locale della Dc partinicese ha ufficializzato l’avvio dei lavori.

IL COMUNICATO INTEGRALE   

Il 09 Giugno 2021 il Commissario Regionale della DC Totò Cuffaro dava mandato operativo ad Adriana Canestrari, Salvo Campione e Vincenzo Sollena di ricostituzione della DC a Partinico.

Ieri  08 luglio 2021 durante una piacevole serata tra amici e simpatizzanti sono partiti i lavori dell’ assemblea che avrà lo scopo di costruire il Partito della Democrazia Cristiana a Partinico.

La scelta sin da subito è stata quella della costituzione di un coordinamento aperto, con lo scopo di avvicinare e costruire insieme a tutti quei Partinicesi onesti e di buona volontà che si rispecchiano nei valori Sturziani,  un partito che possa ricucire un dialogo con la città, un partito che ponga al centro i partinicesi, un partito dove confrontarsi, creare e costruire.

Da anni la nostra città vive un degrado che non è solo amministrativo ma anche morale, testimoniato dalla recente operazione antimafia “GORDIO” che ha fatto emergere una preoccupante ed allarmante rete criminale interessante tutti gli strati della nostra società.

Con l’ occasione esprimiamo i nostri più sinceri ringraziamenti agli uomini del Comando Provinciale dei Carabinieri e della DIA con la consapevolezza che la loro presenza forte nel nostro territorio è sintomo della presenza dello Stato a garanzia e protezione di tutti quei Partinicesi perbene che ripudiano le logiche criminali.

I lavori dell’ assembla si concluderanno nel prossimo mese di settembre, intano con piacere continuiamo a registrate le adesioni al partito, tanti partinicesi hanno già aderito, partinicesi che hanno voglia di una Partinico diversa da quella in cui ci stiamo abituando a vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.