Home PRIMO PIANO Partinico, piena riconversione dell’ospedale no covid: 6 sindaci scrivono all’Asp

Partinico, piena riconversione dell’ospedale no covid: 6 sindaci scrivono all’Asp

788
0

Non vogliono più neanche l’unico piano riservato ai malati covid. E poi si chiedono interventi strutturali, l’invio di più personale e la riapertura di alcune strutture. A scrivere nero su bianco sono 6 sindaci del comprensorio partinicese per sollecitare all’Asp di Palermo e all’assessorato regionale alla Salute una serie di interventi per la piena riconversione dell’ospedale di Partinico. La nota è stata sottoscritta dai primi cittadini di Balestrate, Trappeto, Camporeale, Borgetto, Montelepre e Giardinello, preoccupati dall’offerta sanitaria che offre la struttura ospedaliera che fa capo all’intero bacino territoriale, per l’appunto quella di Partinico. In una nota congiunta esternano più di una perplessità sull’attuale riconversione del nosocomio che, a dire loro, presenterebbe ancora oggi svariate criticità.

ECCO LA NOTA INTEGRALE   

OGGETTO: Richiesta di piena riconversione del P.O. “Civico” di Partinico – Distretto socio sanitario n. 41 al suo funzionamento ordinario pre-Covid-19 e contestuale potenziamento e miglioramento com plessivo dei servizi territoriali.

Premesso che:

con nota prot. n. ASP/13400/2020 dell ‘ 11.03.2020, avente ad oggetto “Emergenza COVID-19 (Coronavirus)”, l ‘ASP Palermo ha disposto di destinare interamente il P.O. “Civico” di Partinico ad accogliere degenti positivi COVID-19;

con nota prot. n.ASP/13630/2020 del 12.03.2020 1’ASP Palermo ha specificato che la disposizione di cui sopra, nonché la rimodulazione e ridistribuzione dell’offerta del nosocomio di Partinico tra vari presidi, è da intendersi temporanea fino alla sussistenza dello stato di emergenza;

a seguito della riduzione dei contagi da COVID-19 (Coronavirus) si è venuti a conoscenza che il P.O. “Civico” di Partinico ha avuto recentemente una riconversione come di seguito specificata:

  • 1° piano-Terapia intensiva con n.6 posti letto e area chirurgica con n.10 posti letto;
  • 2° piano-reparto COVID-19 con n.18 posti letto per degenza malati e n.14 posti letto per terapia intensiva;
  • 3° piano-Cardiologia con n.6 posti letto, UTIC con n.4 posti letto, Ostetricia­ Ginecologia con n.12 posti letto;
  • 4° piano-Area medica con n.22 posti letto;
  • 5° piano-SPDC (Salute mentale) con n.9 posti letto, Pediatria con n.4 posti letto, Neonatologia con n.2 posti letto e Diabetologia pediatrica con n. 2 posti letto.

Considerato che:

–        nel Comune di Partinico si trova l’unico ospedale del territorio occidentale della Città Metropolitana di Palermo, rispondente alla necessità della zona che abbraccia circa  200.000 abitanti, conseguentemente una piena riconversione del P.O. “Civico” di Partinico al suo funzionamento ordinario pre-Covid-19 andrebbe a sicura tutela della sicurezza e del diritto alla salute di una vastissima utenza di malati di tutte le patologie non COVID-19, in quanto, tra l’altro, determinerebbe un potenziamento dei reparti ordinari che attualmente risultano carenti;

–        risulta necessario, a tutela della salute pubblica, risolvere alcune criticità relative al P.O. “Civico” di Partinico.

Ciò premesso e considerato, con la presente,

SI CHIEDE

  1. A) Di riconvertire il P.0. “Civico” di Partinico al suo funzionamento ordinario pre-Covid 19 come segue:

1)      Individuare, in primis, altre strutture al di fuori del P.O. “Civico” di Partinico da dedicare ai pazienti COVID-19, in modo da recuperare n.32 posti letto ed evitare eventuali contagi tra gli operatori sanitari ed i pazienti non affetti da COVID-19;

In subordine, rispetto alla sopra citata individuazione esterna, prevedere dei percorsi sicuri e separati tra pazienti affetti e non affetti da COVID-19, predisponendo, altresì, un ascensore esterno destinato esclusivamente ai pazienti COVID-19 onde scongiurare ulteriori contagi;

2)      Classificare la Direzione Sanitaria di Presidio Distretto Ospedaliero n. 1 di Partinico -Corleone come Unità Operativa Complessa (UOC), in quanto tale classificazione era quella che sussisteva in precedenza, tenuto conto che l’attuale classificazione di Unita Operativa Semplice (UOS) non è confacente con la complessità della struttura ospedaliera in argomento;

3)      La dotazione organica del personale sanitario deve essere proporzionale al numero dei posti letto definiti dalla rete ospedaliera;

4)      Nell’area parcheggio, dal momento che è presente una parte non utilizzata, predisporre alcune strutture, anche come prefabbricati, da dedicare ad attività ambulatoriali, in modo da scongiurare congestioni inutili all’interno della struttura ospedaliera di che trattasi;

5)      Riaprire l’ingresso/uscita pedonale, attualmente chiuso, prevedendo una terza unità di guardia giurata per determinare un maggiore controllo, al fine di avere maggiore fluidità negli ingressi e nelle uscite ed evitare potenziali assembramenti;

6)      Fornire n.3 ambulanze nuove presso il P.O. “Civico” di Partinico, tenuto conto, tra l’altro, del momentaneo servizio Tac esternalizzato; prevedendo, inoltre, la sanificazione in loco delle stesse ambulanze, a seguito di intervento sui pazienti COVID-19;

7)      Nei reparti di Ortopedia-Traumatologia e Chirurgia generale si invita a prevedere, al fine di migliorare l’efficienza complessiva, che i direttori dei relativi U.O.C. prestino servizio in modo continuativo presso la struttura di appartenenza del P.O. “Civico” di Partinico;

8)      Provvedere alla necessaria ed improcrastinabile ristrutturazione dei locali relativi ai reparti di cardiologia, ginecologia e pediatria nonché dei locali dell’area chirurgica;

9)      Ripristinare la farmacia presso i locali situati all’interno del P.O. “Civico” di Partinico, previa ristrutturazione degli stessi, al fine di somministrare e/o fornire i farmaci con maggiore celerità;

  1. B) porre in essere contestualmente un potenziamento e miglioramento complessivo dei vari servizi territoriali come di seguito specificato:

1)      Potenziare le U.O .T. di prevenzione;

2)      Mantenere la presenza sul territorio delle varie USCA che tanto si sono adoperate nel pieno dell’ondata pandemica, tenuto conto che alle stesse potrebbe essere affidata la campagna di vaccinazione, anche domiciliare, soprattutto per raggiungere quel cospicuo numero di pazienti ancora non vaccinati;

3)      Coinvolgere nella campagna di vaccinazione anche i medici di base, i quali avendo un contatto diretto  con i propri assistiti potrebbero assicurare una capillare diffusione della vaccinazione;

4)      Potenziare le U.O. 118;

5)      Potenziare le Guardie Mediche nei singoli Comuni del territorio interessato, per garantire una migliore assistenza alla popolazione, soprattutto nel periodo estivo per la maggiore presenza di turisti;

6)      Incrementare il personale sanitario da destinare alle UOC delle Neuropsichiatria Infantile Adolescenziale (NPIA) della ASP Palermo – Polo Distrettuale Ovest della Citta Metropolitana di Palermo.

Certi dell’accoglimento della presente, tenuto conto delle argomentazioni a sostegno della stessa e della necessita di tutelare la salute pubblica, si porgono distinti saluti.

 

II Sindaco di Trappeto -F.to Santo Cosentino

II Sindaco di Balestrate -F.to Vito Rizzo

II Sindaco di Camporeale -F.to Luigi Cino

II Sindaco di Giardinello -F.to Antonio De Luca

II Sindaco di Borgetto -F.to Luigi Garofalo

II Sindaco di Montelepre -F.to Maria Rita  Crisci

SOSTIENICI

Caro lettore, Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e che ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui