Home ENTI LOCALI Partinico, la “pace fiscale” grazia i multati dal 1989 al 2010

Partinico, la “pace fiscale” grazia i multati dal 1989 al 2010

699
0

Arriva la “pace fiscale” anche al Comune di Partinico. Cancellati i verbali elevati per violazioni al codice della strada dalla polizia municipale e che erano stati affidati all’esattoria per la loro riscossione negli anni compresi tra il 1989 e il 2010. In pratica il Comune di Partinico, attraverso un’apposita determina varata dal Settore della Polizia municipale ha provveduto all’eliminazione dall’archivio del comando dei verbali di accertata violazione alle norme del codice della strada, dal 1996 al 2010, definiti con pagamento, e verbali dal 1989 al 2010 non pagati e trasmessi a ruolo e per i quali l’ente della riscossione ha provveduto all’annullamento.

In pratica si da seguito alla famosa, e in parte anche contestata, “pace fiscale che è regolata dal decreto legge 119 del 2018 in cui per l’appunto si stabilisce la cancellazione di queste sanzioni. In particolare la norma prevede lo stralcio dei debiti fino a mille euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010. La legge stabilisce che  sono automaticamente annullati i debiti di importo residuo, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, alla data di entrata in vigore del decreto fino a mille euro e risultanti da carichi affidati agli agenti della riscossione dall’1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

C’è da evidenziare che il regolamento di esecuzione del nuovo codice della strada stabilisce che i verbali, per cui sia stato effettuato nei termini il pagamento in misura ridotta, devono essere tenuti nell’archivio del comando di polizia municipale da cui dipende l’organo accertatore per cinque anni e che, dopo tale termine, possono essere cestinati. Ma c’è da dire che viene indicano come termine generale di conservazione dei verbali dieci anni, arco di tempo nel quale si ritengono concluse le procedure di definizione della riscossione e del contenzioso.

In tal senso il Responsabile dell’ufficio verbali dei caschi bianchi ha richiesto lo scarto dei verbali al codice della strada dal 1989 al 2010, vale a dire la loro distruzione: “Una richiesta – si legge nella determina approvata dal comandante dei vigili urbani, Gianluca D’Asaro – finalizzata alla necessità di recuperare spazio nell’archivio ingombro di atti per i quali l’iter è concluso. Per l’eliminazione di questi verbali è stato chiesto il nulla-osta della soprintendenza archivistica della Sicilia presso l’archivio di Stato di Palermo che nel febbraio scorso ha autorizzato lo scarto del materiale documentario, fatta eccezione per i fascicoli contenenti verbali di accertamento al codice della strada successivi al 2010, per i quali non è ancora trascorso il termine di conservazione previsto nel massimario”.

SOSTIENICI

Caro lettore, Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito e che ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!“

5,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Per fare una donazione tramite bonifico segui queste semplici istruzioni:

  1. Inserisci il seguente IBAN tramite home banking o andando in banca: IT71X0200804690000105100968
  2. Inserisci come causale: donazione partinicolive
  3. scegli l'importo che desideri donarci

 

Nel ringraziarti ti ricordiamo che tutte le donazioni sono deducibili dalle tasse.

Totale Donazione: €5,00

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui